energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Teatro Puccini, ecco la nuova stagione Cultura

Firenze – Sarà un anno da ricordare il 2019 per il Teatro Puccini di Firenze che da quest’anno sarà totalmente in mano pubblica. A sottolinearlo, questa mattina alla presentazione della stagione 2019/2020, il neoassessore alla Cultura di Palazzo Vecchio, Tommaso Sacchi. Con lui, la presidente del Puccini, Cristina Giani, al rientro al vertice dopo alcuni mesi passati fra i banchi del consiglio comunale, e il direttore artistico Lorenzo Luzzetti.

Per il Teatro Puccini si annuncia inoltre un rifacimento generale della sala, con nuove poltroncine e impianto di climatizzazione. L’idea è anche quella di rialzare con delle pedane i posti in fondo per rendere più agevole e comoda la visione degli spettacoli. E ancora, si pensa alla realizzazione di un “Ridotto” più ampio. A conferma dell’investimento fatto da Palazzo Vecchio sul Puccini soprattutto l’accordo ventennale con l’associazione che gestisce il teatro.

“Questo – ha sottolineato Sacchi – per dare continuità ad una struttura che ha giocato e gioca un ruolo fondamentale nella vita culturale fiorentina”.

La presidente Giani e il consiglio sono già al lavoro per stendere questo progetto ventennale. “Impresa non facile – hanno ricordato Giani e Luzzetti – ma ce la stiamo mettendo tutta”.

Futuro dunque, ma anche bilanci della stagione appena chiusa che ha visto alternarsi spettacoli di grande qualità e soprattutto un aumento del pubblico pagante.

Quest’anno si parte con dodici spettacoli in abbonamento completo, più altri dieci spettacoli a scelta libera. A passare in rassegna la nuova offerta il direttore artistico Luzzetti con l’intervento di alcuni degli artisti in cartellone fra cui Paolo Hendel che ha strappato come sempre i divertiti applausi dei presenti.

Aprirà la stagione 2019/2020, giovedì 31 ottobre, Angela Finocchiaro, con il suo “Ho perso il filo”. Prendendo spunto dal mito di Teseo, l’attrice intraprende un viaggio in alcuni episodi della propria vita. A seguire, fra gli spettacoli ad abbonamento completo, Michela Murgia (DOVE SONO LE DONNE?) venerdì 8 novembre; KOBANE CALLING ON STAGE venerdì 22 novembre, La Gaia Scienza (LA RIVOLTA DEGLI OGGETTI) venerdì 29 novembre, Massimo Popolizio (FURORE) venerdì 13 dicembre, SUPERMARKET venerdì 17 gennaio, Riccardo Rossi (L’AMORE È UN GAMBERO) venerdì 14 febbraio; Ascanio Celestini (BARZELLETTE) venerdì 21 febbraio; Rocco Papaleo (COAST TO COAST) venerdì 6 marzo; Paolo Hendel (LA GIOVINEZZA È SOPRAVVALUTATA) venerdì 20 marzo; Lella Costa (SE NON POSSO BALLARE…) venerdì 27 marzo. A questi spettacoli potrà essere inserito nell’abbonamento completo, una serata a scelta fra Michele Serra (L’AMACA DI DOMANI) martedì 19 novembre e Marco Paolini (NEL TEMPO DEGLI DEI) venerdì 31 gennaio.

Fra gli spettacoli in abbonamento a scelta libera: Ezio Mauro (BERLINO) martedì 5 novembre; Stivalaccio Teatro (ROMEO E GIULIETTA- L’amore è saltimbanco) giovedì 21 novembre; Moni Ovadia (DIO RIDE – Nish Koshe) giovedì 28 novembre; Enrico Bertolino (INSTANT THEATRE) giovedì 5 dicembre; Beppe Severgnini (DIARIO SENTIMENTALE DI UN GIORNALISTA) sabato 25 gennaio; Annagaia Marchioro (FAME MIA QUASI UNA BIOGRAFIA) giovedì 30 gennaio; CONTENUTI ZERO VARIETA’ giovedì 20 febbraio, Gigi e Ross (ANDY E NORMAN) venerdì 28 febbraio; Giobbe Covatta (SCOOP) venerdì 13 marzo; Mario Perrotta (IN NOME DEL PADRE) giovedì 19 marzo.

A questi si aggiungeranno come sempre numerosi spettacoli fuori abbonamento che vedranno protagonisti i grandi personaggi del mondo teatrale nazionale.

La presidente del Puccini, Giani, e il direttore Luzzetti, hanno tenuto a ringraziare gli sponsor storici Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Unicoop e Pubbliacqua e tutto lo staff del Teatro a cominciare dalla direttrice organizzativa Sybille D’Arino.

Rinnovo abbonamenti solo presso la biglietteria del Teatro dal 12 al 20 giugno martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 16.00 alle 20.00 (in alternativa scrivere a biglietteria@teatropuccini.it).

Acquisto nuovi abbonamenti solo presso la biglietteria del Teatro dal 25 giugno al 11 luglio
martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 16.00 alle 20.00.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »