energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Tempesta nella Lega, nasce “Centro”, lunedì presentazione ufficiale Breaking news, Politica

Firenze – La nascita sarà sancita lunedì alle 11, in Palazzo Vecchio, quando verranno presentati i nuovi gruppi Consiliari. La nascita di cui si sta parlando è quella di “Centro”, la nuova formazione che si distacca dalla Lega andando a costituire un nuovo soggetto di centrodestra.  Ecco come si annunciano in una nota i padri costituenti: “Con grande orgoglio annunciamo che è stato costituito in Palazzo Vecchio un nuovo Gruppo Consiliare e che contestualmente è stato costituito il Gruppo anche al Consiglio di Quartiere 1. Avremo inoltre, fin da subito, un nostro rappresentante al Consiglio comunale di Empoli”, ovvero i Consiglieri comunali di Firenze Ubaldo Bocci, Antonio Montelatici ed Emanuele Cocollini, i Consiglieri di Quartiere 1 Marco Passeri e Sergio Massai ed il Consigliere comunale di Empoli Vittorio Battini. 

Una comunicazione scarna (tutto sarà detto lunedì prossimo 8 novembre), ma non altrettanto lo è la nota della Lega, durissima, che si assume la responsabilità di avere allontanato i due consiglieri comunali di Firenze (Cocollini e Montelatici) e un consigliere di quartiere, Marco Passeri. Dal capogruppo della Lega in Consiglio comunale Federico Bussolin, ecco il durissimo comunicato:

“Con tante persone che si stanno avvicinando alla Lega in questo periodo, a Firenze e in Toscana, per rispetto a elettori, iscritti e cittadini occorre a volte allontanare chi non contribuisce alla crescita della Lega e alla vita della nostra città.
In questa ottica, per coerenza e rispetto di chi si impegna, tre provvedimenti di allontanamento sono stati adottati dalla Lega nei confronti di due consiglieri comunali di Firenze e di un consigliere di quartiere. Si tratta di Emanuele Cocollini, consigliere a Palazzo Vecchio, depennato dal libro soci, e del collega Antonio Montelatici, militante del partito espulso insieme a Marco Passeri, consigliere del Quartiere 1 – Centro Storico. La decisione giunge dopo vari comportamenti tenuti in Consiglio comunale e nella vita di partito, che li ha visti spesso agire in difformità alle indicazioni che erano state concordate all’interno del gruppo consiliare, in linea con quelle del partito, sfociate con situazioni che hanno messo in difficoltà i colleghi e i responsabili della Lega, ma anche per una limitata partecipazione alle attività che un partito che fa del rapporto con i cittadini la sua forza richiede a tutti, indipendentemente dai ruoli ricoperti e che si traduce in presenza, proposte e progetti.  Adesso la decisione dei vertici del partito su richiesta dei dirigenti fiorentini del Carroccio che ne hanno chiesto l’allontanamento”.

Foto:

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »