energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Al Tennis Club Castiglionese il raduno provinciale Under 11 Sport

 Arezzo – Un vento di novità spira nell’inverno della Federazione Italiana Tennis, soffiando fino a Castiglion Fiorentino. Nell’ambito dell’ambizioso progetto “Sistema Italia”, riguardante il settore giovanile su scala nazionale, anche il Tennis Club Castiglionese dà il proprio contributo ospitando domenica 16 novembre il primo raduno dello “Junior club – Centro aggregativo provinciale”. L’iniziativa dei centri aggregativi provinciali prevede una serie di sessioni giornaliere di lezioni collegiali, su base tattica e fisico-motoria, alle quali di volta in volta prenderanno parte tutti gli atleti aretini più meritevoli nati fra il 2004 e il 2006. Nell’immediato, lo scopo è quello di definire una rappresentativa di una dozzina di tennisti in erba che andranno a giocare la Coppa delle Province nel 2015, ma in realtà il progetto è più lungimirante e si presenta come una sorta di viatico agli Junior Club Italia, cioè i centri federali di allenamento per gli Under 14 e Under 16. «Con i centri aggregativi, il ragazzino può allenarsi, confrontarsi con i suoi compagni migliori e approfondire fondamentali tecnici e tattici, senza mai lasciare la famiglia, gli affetti e la scuola», commenta Cristiano Carcani, tecnico Fit in forza al Tc Castiglionese che è stato nominato responsabile dei centri aggregativi Under 11 per la provincia di Arezzo e che sarà capitano della rappresentativa alla Coppa delle Province. Nella prima sessione di domenica, Carcani collaborerà con l’intero staff tecnico del circolo. Dopo la positiva esperienza del progetto “Tennis a scuola”, conclusosi venerdì scorso, il raduno provinciale Under 11 rappresenta un’altra iniziativa dedicata ai più piccoli e ospitata dal Tc Castiglionese, la cui dirigenza ha sempre puntato fortemente sull’attività giovanile. Tutto questo mentre la Sat gode di ottima forma e sta regalando discrete soddisfazioni ai maestri e ai dirigenti, sia per il numero di iscritti (più di sessanta), sia per il livello tecnico degli stessi. «Crediamo di poter iscrivere almeno tre squadre giovanili ai prossimi campionati – aggiunge lo stesso Carcani, – per noi sarebbe una piacevole novità. Ma il dato più gratificante è che circa un terzo degli allievi ha meno di nove anni e ciò fa ben sperare per il futuro del tennis castiglionese».
Foto: ufficio stampa EGV

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »