energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tenta di gettarsi in Arno, salvato da un passante e dalla polizia Breaking news, nonelencata

Firenze – Salvato da un cittadino che ha capito tutto e dagli agenti dell’UOPI (unità operativa di pronto intervento) che, allertati dal passante, sono riuscite a evitare che l’uomo, sul ponte Vespucci a Firenze, compisse l’estremo gesto buttandosi in Arno.

Come racconta una nota del segretario provinciale del Sap fiorentino, Massimo Bartoccini, “stamani l’UOPI ha svolto un’operazione di avvicinamento per fermare e salvare un uomo con l’intento di suicidarsi, un intervento perfetto al servizio di una persona in difficoltà”.

I poliziotti, allertati da un cittadino, si sono avvicinati all’uomo dapprima negoziando con lui per farlo desistere dal proposito, ma poi, dal momento che l’uomo appariva convinto della sua decisione e rifiutava aiuti, hanno messo in atto tecniche specifiche e previste in questi casi, oltre a una buona dose di prontezza, trandolo in salvo. L’uomo, incolume, dopo le rassicurazioni del caso, è stato affidato al personale medico.

“Da ormai un anno ogni giorno siamo chiamati ad uno sforzo importante e superiore rispetto all’ordinario, dovendo affiancare all’attività abituale di controllo, presidio del territorio e contrasto all’illegalità, anche la gestione della città nell’epoca del Covid e dei Dpcm, in cui a migliaia di cittadini sono emerse problematiche inedite. In particolare le problematiche sociali, che affliggono tanta gente con una crisi economica pesante che crea un futuro incerto, e può generare episodi di questo genere – si legge nella nota del Sap –   il Segretario SAP Bartoccini ribadisce l’importanza del rapporto tra il cittadino e la Polizia sempre più forte e collaborativo così da aiutare le persone che necessitano del nostro aiuto. Bravo il cittadino per il suo senso civico, bravi i colleghi per aver salvato una vita, c’è più sicurezza insieme”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »