energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tenta di uccidere il rivale in amore con una forchetta Notizie dalla toscana

Quella di sabato 17 dicembre è stata una giornata segnata dagli arresti in tutte la Toscana. A Montecatini Terme (Pistoia) sono finiti in manette con l’accusa di agevolazione e sfruttamento della prostituzione due albanesi di 26 e 51 anni. La polizia li ha arrestati in quanto controllavano un giro di ragazze loro connazionali che costringevano a vendere i loro corpi per strada. I due albanesi erano addirittura arrivati a punire le giovani, fra le quali c’era anche una diciannovenne, se si intrattenevano troppo con i clienti durante i rapporti a pagamento. A Livorno, invece, sono finiti in manette due cittadini napoletani, Nicola Di Maio (64 anni) e Giovanni De Martino (53 anni), che i carabinieri della città labronica hanno colto in flagranza di reato mentre si spacciavano per addetti dell’Enel. Grazie alla loro falsa identità i due truffatori riuscivano ad accedere ai contatori di ristoranti e bar e, promettendo risparmi e tariffe vantaggiose, li modificavano per rubare energia elettrica ai locali livornesi. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, grazie a questo stratagemma i due napoletani avrebbero manomesso i contatori di circa una decina di esercizi di Livorno. Indagate a piede libero altre quattro persone. A Grosseto, infine, i carabinieri hanno arrestato un giovane di 24 anni per aver aggredito il convivente della sua ex fidanzata. L’accusa è quella di tentato omicidio ed ha costretto il ventiquattrenne ai domiciliari. Secondo quanto dichiarato dagli agenti, il giovane si sarebbe introdotto, nelle prime ore della notte di sabato17 dicembre, nella casa della sua ex compagna, di origini dominicane, rompendo una finestra. Nell’appartamento grossetano, però, si sarebbe trovato di fronte il nuovo convivente della donna, un dominicano di 38 anni. A questo punto avrebbe afferrato una forchetta ed un coltello ed avrebbe colpito il rivale in amore ferendolo ad un orecchio. L’intervento dei carabinieri ha risolto una difficile situazione.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »