energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Suvignano all’asta, manifestazione per dire no Cronaca

L'8 settembre una manifestazione sfilerà a Monteroni D'Arbia e dalle ore 11 si raccoglierà all'ingresso della tenuta di Suvignano. Sì, proprio quell'azienda confiscata alla mafia che una decisione dell'Agenzia per la gestione dei beni confiscati alla criminalità ha deciso di porre all'asta per 22 milioni di euro. Ignorando il progetto che le istituzioni locali, dalla Regione Toscana alla Provincia di Siena al Comune stesso hanno presentato affinché la grande azienda resti a servizio dell'utilità pubblica. E la manifestazione che sfilerà l'8 settembre ha proprio il senso di dire “no” in modo deciso, ed è stata organizzata dal Comune di Monteroni d'Arbia assieme alla Regione Toscana, alla Provincia di Siena, ad Arci e Libera.

''Vista l'attenzione e la solidarietà che in tanti ci hanno espresso in queste ore, abbiamo deciso di organizzare una mobilitazione collettiva che punta a coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini per opporci, in modo civile, al percorso di messa in vendita al miglior offerente individuato dall'Agenzia nazionale per l'amministrazione dei beni sequestrati alla criminalità  – spiega il sindaco di Monteroni d'Arbia, Jacopo Armini a vincere deve essere infatti la legalità e l'interesse collettivo, impedendo che Suvignano possa ritornare in mani sbagliate. Per questo restiamo convinti della validità, economica e sociale, del progetto che abbiamo presentato al Ministero degli Interni in sinergia con la Regione Toscana, la Provincia di Siena, l'Arci e Libera''.

La manifestazione di domenica 8 settembre inizierà con la Marcia della Legalità organizzata da Coop Centro Italia (sezione soci Chianti, Crete, Siena e Valdarbia) con raduno alle 9.30 alla Coop di Monteroni d'Arbia. Il ritrovo della mobilitazione  è fissato a partire dalle 11 all'ingresso della tenuta di Suvignano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »