energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Terezin: il genocidio visto con gli occhi dell’infanzia Notizie dalla toscana

Castelfranco di Sotto (Pisa) – La Biblioteca Comunale di Castelfranco di Sotto ha ospitato per due settimane la mostra con i disegni e le poesie dei bambini ebrei del ghetto di Theresienstadt, organizzata dall’amministrazione comunale di Castelfranco di Sotto, in collaborazione con l’ANED-Pisa, in occasione della Giornata della Memoria 2015. 4mila disegni, 66 poesie che, nascosti fortunosamente dalla distruzione nazista sul finire della guerra e recuperate, sono oggi custoditi nel Museo Ebraico di Praga. Disegni e poesie che sono una delle tragiche testimomnianze dei 15mila bimbi e adolescenti ebrei che durante la seconda guerra mondiale furono strappati dai loro genitori e imprigionati deportati nella città-ghetto di Terezin  (Repubblica Ceca), in attesa di essere spostati nei campi di sterminio. Sopravvissero un centinaio di loro.

La mostra, spiega la nota del Comune di Castelfranco di Sotto, allestita nei locali della biblioteca comunale in piazza XX settembre, ingresso, sale  di lettura e di studio, è stata una mostra “diffusa”: non ha occupato locali deputati né ha avuto un cammino preordinato, ma si è articolata nelle sale e sulle scaffalature, occupando lo spazio in modo inconsueto, per stimolare l’attenzione del nostro vivere quotidiano.
Significativi, conclude la nota,  sono stati gli incontri con gli allievi dell’Istituto Comprensivo: le classi terze della scuola media e quinte della scuola primaria hanno visitato la mostra e potuto riflettere, grazie anche alle testimonianze di membri dell’ANED, sui valori della memoria e del rispetto della diversità.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »