energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Terzo settore, convegno a Prato: “Riforma da applicare” Cronaca, Società

Prato – Nella sala conferenze del Pellegrinaio Novo  inserita nella parte antica dell’Ospedale Vecchio risalente al 1334,  recuperata con un sapiente lavoro di restauro conservativo, si sono svolti i lavori Kiwaniani sabato 2 febbraio in un convegno aperto alla città, dal titolo “Lo chiamano Terzo Settorema in realtà è il Primo”.

Dopo i saluti del Sindaco di Prato Matteo Biffoni che ha sottolineato l’appuntamento perché esso intende approfondire gli aspetti giuridico, sociali di una legge nota come Codice del Terzo Settore, ne ha auspicato la sua applicazione perché è ancora “una pagina da scrivere e tutti, associazioni, enti, istituzioni, imprese, investitori sociali e anche singoli cittadini saranno i futuri protagonisti di questa nuova sfida”.

Per l’onorevole Antonello Giacomelli, “la riforma interviene in una normativa rendendola organica riconoscendo una specificità giuridica al Terzo Settore e un ruolo essenziale e centrale sarà quello del Registro Unico del Terzo settore che viene in aiuto a quelle realtà che si muovono e agiscono per finalità civiche.”

Non è mancato  il ricorso alle parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che nel suo discorso di fine anno sul terzo settore parlò, così in chiusura l’onorevole Giacomelli, di “unItalia che ricuce e che dà fiducia.”

A seguire l’intervento della portavoce del Forum Terzo Settore, Claudia Fiaschi che si è ispirata all’affresco del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, da cui si può trarre un esempio pienamente riuscito della capacità e dell’iniziativa civica di cittadini organizzati, che riescono a individuare una priorità sociale, in questo caso un bene comune, per valorizzarla e trasformarla da criticità ad esperienza positiva e replicabile di crescita e sviluppo.

“Nella riforma del Terzo settore, il notaio ed il Notariato in generale assumono un ruolo strategico e fondamentale per realizzare le finalità che la legge delega n. 106 del 6 giugno 2016 ha indicato al governo per l’emanazione dei decreti legislativi”, così il notaio Giuseppe Mattera.
Successivamente un breve excursus della normativa concernente l’acquisto della personalità giuridica delle associazioni e fondazioni, con cui il notaio Mattera ha focalizzato le criticità del sistema attuale che hanno spinto poi il legislatore ad operare una riforma in questo settore. A fine mattinata si è discusso  delle nuove disposizioni tributari e fiscali con analisi dell’imposte dirette, imposte indirette e fatturazione elettronica con gli interventi degli avvocati Fabrizio Papotti e Fausto Garuccio.
Nel pomeriggio l’incontro dibattito sul Bullismo e Cyberbullismo  curato  dalla giornalista Patrizia Scotto di Santolo con l’intervista al professor Giancarlo Pavano autore del libro“ La scuola che sogno”(Monte Università Parma Editore).
Dal suo invito appassionato diretto a tutti coloro che si occupano di educazione: recuperare quella “comunicazione empatica”, che è il fondamento stesso di quell’humanitas di cui i docenti sono espressione”, alle parole di Francesco Mugnaioni presidente di OSO ( osservatorio per la sicurezza on-line) che ha focalizzato su questi temi il ruolo delle famiglie e dei genitori.
In foto da sinistra F.Papotti, G.Mattera, F.Garuccio 
Print Friendly, PDF & Email

Translate »