energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tetra, il futuro delle comunicazioni parla italiano Economia

Allarme rosso? La soluzione è nell'efficienza delle comunicazioni In Italia si chiama TETRA ed è la tecnologia realizzata da Selex Elsag, proprio a Firenze. Ma ad oggi il programma è sospeso, a causa del blocco dei fondi pubblici decisi con la Spending Review 2012. Soldi promessi e mai arrivati, denaro anticipato ed investito da Selex Elsag, per garantire il continuo aggiornamento del prodotto ad alto contenuto innovativo e che oggi si trova a galleggiare in acque non facili che mettono a rischio la sua stessa competitività. E mettere subito all'ordine del giorno del Cipe il rifinanziamento del programma Interpolizie, dando così corso al progetto Tetra, è la richiesta  fatta dall'assessore alle attivita' produttive della Regione Toscana Gianfranco Simoncini unitamente alle colleghe della Provincia di Firenze Elisa Simoni e del Comune di Firenze Stefania Saccardi, con una lettera inviata oggi ai ministri allo sviluppo economico Corrado Passera, dell'interno Anna Maria Cancellieri e della Difesa Giampaolo Di Paola. 

La lettera fa seguito all'incontro avuto nei giorni scorsi dalle istituzioni con le organizzazioni sindacali di Selex Elsag, l'azienda fiorentina leader in Italia per la tecnologia Tetra, adottata dall'Unione Europea come standard digitale per le comunicazioni radio sicure delle forze di polizia. Nella lettera si ricorda ai ministri che, nel corso dell'incontro, era emerso che il completamento del programma consentirebbe di cogliere anche l'opportunita' offerta dai mondiali di ciclismo, che si terranno in Toscana nel settembre 2013, fornendo un ulteriore momento di applicazione del sistema e dimostrandone le potenzialita' per usci civili.

Ma che cos’è TETRA? TETRA è la tecnologia digitale per le comunicazioni radio unificate e sicure, conforme alle normative europee che la identificano come unico standard specifico per le forze di polizia della comunità. In caso di emergenza civile e di sicurezza l'unica garanzia di pronto intervento è data dall'efficienza della rete di coordinamento tra le autorità, protezione civile ed enti locali. La ripartenza del programma TETRA entro la fine dell’anno diventa fondamentale per il futuro dei 7.146 lavoratori di Selex Elsag, di cui 400 occupati nel sito di “ricerca e sviluppo” di Firenze, fanno sapere i responsabili delle Business Unit di Comunicazione di Elsag, soprattutto per non arrivare scarichi di ordini in vista della nascita della Super Selex prevista per il 01 gennaio 2013. Super Selex, risultato dell’accorpamento delle 3 aziende del gruppo Finmeccanica, Selex -Elsag, S-Galileo e S-Sistemi Integrati, si collocherebbe così all’ottavo posto nella classifica mondiale per il settore dell’Elettronica per la Difesa e la Sicurezza, vantando un primato tutto italiano, fondamentale oggi per la partecipazione alle commesse internazionali e fonte di ripresa economica. Nell’incontro avvenuto in Regione Toscana una settimana fa era stata ribadita l'importanza del programma Tetra per la solidità del sito produttivo di Firenze di SelexElsag e inoltre erano state sottolineate le enormi potenzialità della tecnologia Tetra e delle sue molteplici applicazioni in ambito civile (aereoporti, 118, ospedali, comuni, provincie, regioni, ecc.) e della sicurezza (forze di polizia quali carabinieri, finanza, polizia, forestale).

Con questo sistema le comunicazioni sarebbero state enormente piu' veloci e coordinate nel caso del disastro della Concordia o nel caso dell’alluvione in Campania, del terremoto in Emilia, tutte situazioni in cui le comunicazioni erano saltate ed in piedi c'era solo il sistema Tetra con il quale la protezione civile e le forze dell’ordine hanno coordinato e gestito l'emergenza. In Emilia Romagna il TETRA e' operativo per la rete del 118, mentre in Campania per il programma PIT. TETRA è addirittura operativo su alcune linee metropolitane di citta' italiane come Napoli, Genova, Roma ed internazionali come Singapore, Taiwan, Riyadh.
In Regione è stata avanzata la proposta che anche la Toscana si doti di un suo sistema di comunicazione sicuro ed efficiente, ipotizzando l’opportunità di utilizzarla dal prossimo anno per il Campionato Mondiale 2013 di Ciclismo, che si svolgerà proprio a Firenze ed in Toscana. Quanti sognano un mondo, in cui in caso di estremo pericolo per la sicurezza del cittadino venga trasmessa l'allerta preventiva o prestato immediato soccorso?

Nel febbraio del 2003 il Ministero dell’Interno e Finmeccanica siglarono un protocollo di intesa per l’ammodernamento di tutto il sistema di radiocomunicazione delle forze dell’ordine per passare dall’attuale sistema analogico alla nuova rete digitale TETRA, a fronte dell’importanza del tema per un paese come l’Italia, sottoposto a grave dissesto idrogeologico, ad alto rischio sismico ed in cui si riscontra una forte presenza della criminalità organizzata. In seguito all’installazione di TETRA nel 2006 per la città di Torino e la Regione Campania, nel 2007 per la Provincia di Torino la Basilicata e la Calabria,già nel 2008 l’iter subì una prima battuta di arresto nei lavori in Provincia di Sassari in Sardegna, in previsione del G8 che si sarebbe dovuto tenere alla Maddalena, intervento poi trasferito all’Aquila, per il G8 del 2009, di cui fu assicurata la copertura e la sicurezza
.
L'assessore della Regione, Simoncini nell'ultimo incontro,  pur avendo ribadito le difficoltà di investimento a causa dei tagli al bilancio regionale, aveva accolto le richieste dell’azienda e dei sindacati dei lavoratori, avanzate in particolare dalla UILM di Firenze che aveva previsto il ricorso ai fondi comunitari, impegnandosi a farsi carico di sollecitare il Ministero dello Sviluppo Economico, e tutti gli altri ministeri interessati dal progetto Tetra, al fine di ri-finanziare la realizzazione di tali sistemi di comunicazione sul territorio nazionale. Simoncini si era inoltre impegnato a realizzare un progetto corale in vista dei prossimi campionati mondiali di ciclismo, anche sfruttando le risorse finanziarie già stanziate per tale manifestazione con il coinvolgimento della Provincia e del Comune di Firenze. Visto il moltiplicarsi di stati di emergenza sul territorio italiano, sulle comunicazioni sicure è arrivato il momento di decidere.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »