energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

The Five-Year Engagement – Fidanzati e annoiati Cinema

Tim, è un sous-chef di successo, mentre Violet è una brillante dottoranda in psicologia. Dopo il consueto colpo di fulmine durante una festa in maschera i due vivono un anno idilliaco alla fine del quale decidono di sposarsi. Ma il fato ha ben altro in previsione. Iniziano così le loro disavventure, dopo il matrimonio della sorella di Violet, rimasta incinta i due si trovano di fronte a numerosi contrattempi che li obbligano a spostare continuamente la data del loro matrimonio causando sempre più attriti all'interno della coppia. Riusciranno a sposarsi o il loro sogno si infrangerà contro la vita reale?

Il successo dell'attore/sceneggiatore Jason Segel è iniziato grazie alla serie televisiva “How I Met Your Mother”, in cui interpreta il personaggio di Marshall, omaccione impacciato che fa del romanticismo uno dei suoi punti di forza. Seguendo la scia di questo personaggio l'attore americano ha continuato così a interpretare ruoli molto simili tra loro che pero ben si adattano sia al suo fisico che alla sua recitazione. Non solo è un bravo attore, capace di divertire proprio grazie al contrasto tra il suo aspetto di omaccione duro e quello di fidanzato perfetto e romantico, ma è anche un bravo sceneggiatore. Ecco che dopo aver firmato la sceneggiatura de “I Muppet”, riportando dopo anni i pupazzi di Jim Henson sul grande schermo, Segel scrive una commedia romantica fatta di risate e lacrime e che, tra disastri, matrimoni disorganizzati, rotture e nuovi amori, riesce a intrattenere per ben due ore il suo pubblico. Purtroppo il risultato non è dei migliori e sebbene non manchino le risate, il film risulta eccessivo, banale e pretestuoso. Va bene la sospensione dell'incredulità ma “The Five-Year Engagement” tira eccessivamente la corda.

Il film si muove con agilità nel disegnare i rapporti all'interno della coppia, segnato spesso da una figura dominante e una più sottomessa mostrandoci una coppia fatta di due persone forti nelle loro convinzioni che vogliono avere tutto ad ogni costo senza riuscire a trovare un compromesso. La pellicola di Stoller si perde però quando deve sviluppare la trama perdendosi in una marea di banali pretesti che sviliscono quella che poteva essere una commedia brillante. Giocando sulla sciocca idea di volere un matrimonio perfetto, tutto alle loro condizioni, i personaggi diventano due banali macchiette che non hanno il coraggio di prendersi le loro responsabilità e rischiare. Il matrimonio è questo, due persone che si sposano per amore e per creare una famiglia, non per competizione.

Registicamente piatto il film mostra in pochissime occasioni un barlume di originalità ed è un vero peccato perché i due attori protagonisti riescono a interpretare bene le idiosincrasie dei loro personaggi sebbene manchi quella scintilla tra i due che invece era presente sia ne “I Muppet” che nella serie di successo della CBS.

Purtroppo il duo Segel-Stroller dopo l'ottimo risultato de “I Muppet” non riesce a convincere con la sua nuove opera. Nasce così una banale commedia romantica che, nella sua spropositata durata di oltre due ore, piuttosto che strappare sorrisi di divertimento strappa sbadigli e tanta noia.

Regia: Nicholas Stoller
Sceneggiatura:  Jason Segel, Nicholas Stoller
Genere: Commedia
Nazione: USA
Durata: 124'
Interpreti: Jason Segel, Emily Blunt, Chris Pratt, Alison Brie, Rhys Ifans
Fotografia: Javier Aguirresarobe
Montaggio: William Kerr, Peck Prior
Produttore: Apatow Production

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »