energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

The State of the Union, Nardella lancia l’expo delle città creative Breaking news, Cronaca

Firenze – Una grande expo delle città creative. Questa l’idea lanciata dal sindaco di Firenze Dario Nardella dalla tribuna dello State of the Union, l’evento annuale di riflessione sui temi europei cominciato ieri giovedì 2 maggio.

Salutando gli ospiti della seconda giornata nel salone dei Cinquecento, Nardella ha spiegato che questa prima esposizione permetterà alle città europee di discutere sulle proprie idee e mostrare le proprie realizzazioni.

Partendo dal titolo che è stato dato quest’anno al tradizionale evento che per tre giorni trasforma Firenze in una capitale europea, “La democrazia del XXI secolo in Europa”, Nardella ha sottolineato che non esiste “futuro migliore fuori dall’Unione, caratterizzata una democrazia diffusa basata sullo stato di diritto”.

Per questo, nonostante gli errori fatti “tornare al passato non è una soluzione”: “Se siamo in mezzo al guado bisogna andare dall’altra parte, non tornare indietro”. E il sentimento dei cittadini europei va in questa direzione: “Si avverte nei paesi e nelle città un consenso, la diffusa consapevolezza di essere attori globali e per questo dobbiamo procedere integrati per affrontare le minacce e la competizione estera”.

Per superare gli effetti di aspettative frustrate il sindaco di Firenze ha parlato di “maggiore trasparenza e di relazione più diretta verso i cittadini”, andando incontro agli esclusi a quelli che hanno subito gli effetti negativi della globalizzazione”. Nelle città ciò significa pensare ai bisogni marginali, alle  disuguaglianze, perché “la cifra di una democrazia sostanziale è l’inclusione”. Per rendere l’Europa più vicina ai cittadini, Nardella ha proposto una “gestione diretta dei fondi a livello locale”.

Due i capisaldi per ricostruire un forte sentimento di cittadinanza europea: la cultura e l’ambiente.  “Non dobbiamo annullare le identità culturali dei paesi e delle città”, ha detto, così come si deve affrontare “la sfida contro il cambiamento climatico per la sostenibilità economica”.

La democrazia in Europa si misura “su quanto si prenderà cura di quelli che non possono parlare e che erediteranno il mondo”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »