energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tirrenica, tutti uniti: “accordo di programma entro l’anno” Economia

Grosseto – Decenni di attesa, nessun passo avanti negli ultimi due anni, sei Governi di diverso orientamento politico e sei diversi ministri, tre progetti. E ancora non decolla.

È il corridoio tirrenico e per sollecitarne il completamento si è tenuta oggi a Grosseto una manifestazione unitaria, coordinata dalla locale Camera di Commercio e che ha visto la vasta partecipazione di cittadini, sindacati, associazioni e sindaci, tutti uniti nel chiedere che finalmente si proceda.

“Entro la fine dell’anno – ha detto al riguardo il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, intervenuto al termine del lungo corteo di auto e di mezzi agricoli ed industriali che ha attraversato la città – è necessario che il Governo firmi con tutti i soggetti interessati un accordo di programma che contenga i tempi precisi e le risorse finanziarie che servono. Questo è ciò che chiediamo”.

“Monitoriamo – ha esortato i presenti Rossi – da qui a dicembre i passaggi necessari e decisivi. E se non otterremo il risultato voluto dovremo mobilitarci ancora insieme. Ma la mobilitazione di tanti cittadini può ancora determinare la politica ed indicare ai Governi cosa è necessario fare”.

“C’è il contratto con Sat da risolvere – ha aggiunto Rossi – per poi poter affidare ad Anas la stesura del progetto esecutivo per la realizzazione di quattro corsie in sicurezza, con le complanari e i collegamenti adeguati con le località che si trovano lungo il percorso. Siamo consapevoli che adesso i soldi non ci sono, ma entro l’anno chiediamo che siano stanziati nella Legge di Bilancio. E vigileremo perché questo accada. Dopo il Patto per lo sviluppo della Toscana sottoscritto a Firenze, adesso siamo tutti uniti nel chiedere lo stesso impegno concreto, e i fatti, dopo tante parole”.

“Per la Tirrenica speriamo che sia la volta buona, visto che siamo ad una ripartenza. La ministra De Micheli é stata molto chiara e ha accolto il nostro invito a riattivare il tavolo. È necessario che il progetto presentato da Sat venga rimodulato e alleggerito, perché la Tirrenica sia una superstrada e non un’autostrada. È poi perché Anas passi alla sua realizzazione”.

L’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli, sintetizza così, a margine della manifestazione per chiedere la realizzazione della Tirrenica, la situazione attuale.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »