energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tirreno – Adriatico: la crono a Cancellara, la corsa a Van Avermaet Sport

Firenze – Allo svizzero Fabian Cancellara la cronometro con la quale si è conclusa questa edizione della Tirreno Adriatico, mentre il belga Greg Van Avermaet si è aggiudicato la classifica finale.

Cancellara, che sabato scorso aveva prevalso nella corsa denominata “strade bianche” a Siena, oggi si è confermato cronoman di eccellenza aggiudicandosi per la quarta volta questa breve gara contro il tempo disputata sui viali a mare, di 10 chilometri, facendo registrare la straordinaria media di 54,431. Ha battuto il francese Le Bon di 13” e il tedesco Martin di 15”.

La classifica finale vede al primo posto il belga  Greg Van Avermaet, uno dei favoriti della vigilia, che ha preceduto di un solo secondo il campione del mondo lo slovacco Peter Sagan. Terzo il lussemburghese Jungels a 23”; quarto lo svizzero Reichenbach a 24”; 5°) il francese Pinot a 26”, sesto Nibali a 29”.

Con il successo del belga Van Avermaet sono ben 27 le vittorie straniere alla Tirreno-Adriatico. In questa edizione tutte le classifiche e tutte le tappe sono stata appannaggio dei corridori d’Oltralpe.

Così le tappe. Si è partiti con la cronosquadre a Lido di Camaiore vinta dalla BMC americana; quindi le tappe a Pomarance al ceco Stybar; a Montalto di Castro al colombiano Gaviria; a Foligno al britannico Cummings; a Cepagatti al belga Van Avermaet, a San Benedetto del Tronto allo svizzero Cancellara.

Dunque per il ciclismo italiano bilancio fallimentare. Un risultato che non induce all’ottimismo per il nostro ciclismo in vista della Milano-Sanremo, l’attesa classica in programma sabato prossimo.

In questa Tirreno-Adriatico Vincenzo Nibali si è piazzato sesto nella classifica finale, primo degli italiani. Il campione italiano anche oggi è stato molto critico verso gli organizzatori “colpevoli”, secondo lui, di avere ingiustamente annullato il tappone di montagna (causa neve, in pratica inesistente) cioè la frazione sulla quale il campione italiano aveva puntato tutto per tentare di vincere questa Tirreno-Adriatico. E’ così indispettito che ha detto di partecipare al Giro d’Italia solo se saranno precisati i percorsi alternativi a quelli di montagna se alcuni di quest’ultimi fossero davvero impraticabili.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »