energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tirreno-Adriatico: seconda tappa al belga Jean Debusschere Sport

Firenze – Dopo la cronometro individuale disputata ieri sul lungomare di Lido di Camaiore e vinta da Adriano Malori con un secondo su Fabian Cancellara, oggi per i 172 corridori di 22 squadre della Tirreno-Adriatico, c’è stata la prima tappa in linea con partenza da Camaiore ed arrivo a Cascina di Pisa.

Come era nelle previsioni epilogo in volata del gruppo e successo del 25enne belga Jean Debusschere davanti a Peter Sagan, che ha conquistato la maglia bianca. Terzo classificato Sam Bennett.(Nessun italiano tra i primi sette classificati).

E’ stata una tappa caratterizzata da molte cadute. In capitomboli diversi sono rimasti coinvolti anche gli italiani Matteo Pelucci, vincitore lo scorso proprio a Cascina; Stefano Pirazzi e Salvatore Puccio.   L’ultima caduta nell’affollata volata al traguardo. A 200 metri dallo striscione sono finiti a terra anche Elia Viviani e Sacha Modolo due ex azzurri come dilettanti. Fortunatamente le conseguenze delle cadute non sembrano essere state tali da impedire loro di proseguire, senza troppi problemi, domani la corsa.   Adriano Malori ha conservato il primo posto in classifica.

La tappa di domani. Partenza da Cascina ed arrivo ad Arezzo. Duecento chilometri, poca pianura, diverse salite di media difficoltà da superare. Ed un finale in un circuito cittadino molto insidioso. Questo il percorso : Cascina, Ponte a Egola, San Miniato Basso, Empoli, Montelupo, Ginestra Fiorentina, San Casciano, Strada in Chianti, Poggio alla Croce, Figline, Castelfranco di Sopra, Loro Ciuffenna, San Giustino Valdarno, Indicatore, Arezzo. A questo punto i corridori dovranno percorrere cinque volte un anello intorno alla città di 10 chilometri, con una secca ed arcigna rampa in mezzo.

Sabato da Indicatore di Arezzo a Castelraimondo (Marche) tappa con tre asperità, più un severo strappo nel finale. Domenica partenza da Esanatoglia ed arrivo ai 1675 metri di quota del Monte Terminillo. E prima dell’ultima, lunga e severa asperità i corridori dovranno superare altre due salite il Passo Sallegri e Le Arette.

Lunedi 16 da Rieti a Porto Sant’Elpidio ed infine martedi ultima fatica a San Benedetto del Tronto con la cronometro individuale sul lungomare di 10 chilometri

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »