energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Torna il Mugello Tuscany open Sport

Il Mugello Tuscany Open, una dei più attese manifestazioni nel calendario del Challenge Tour e dell’Italian Pro Tour, si ripropone per la terza volta sul percorso dell’UNA Poggio dei Medici Golf Club a Scarperia (FI) dove da giovedì 18 luglio a domenica 21 saranno di scena alcuni tra i più forti giocatori del secondo circuito continentale.
Il torneo sarà anticipato mercoledì 17 luglio dall’UNA Poggio dei Medici Pro Am, gara a squadre di quattro giocatori composte da un professionista, che poi disputerà l’Open, e da tre dilettanti. Nella stessa giornata si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’avvenimento all’UNA Poggio dei Medici Villa Cignano, nella Sala degli Specchi, a Scarperia (ore 16,30).
L’evento è promosso da UNA Hotels & Resorts, insieme alla Regione Toscana e alla Federazione Italiana Golf e con la preziosa collaborazione del Comune e della Proloco di Scarperia e dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello. Daranno il loro importante supporto l’Iccrea BancaImpresa (la banca per lo sviluppo delle imprese clienti del Credito Cooperativo, controllata da Iccrea Holding) e la Camera di Commercio di Firenze.
Saranno al via 156 giocatori provenienti da tutto il mondo con una significativa presenza italiana. Spiccano i nomi di Andrea Pavan, vincitore del recente Bad Griesbach Challenge suo terzo titolo nel tour, e di Marco Crespi, nell’occasione secondo e a segno lo scorso anno nel Telenet Trophy. Insieme a loro elementi d’esperienza quali Federico Colombo, Andrea Perrino, Nicolò Ravano, Andrea Maestroni, Gregory Molteni e Andrea Rota e giovani rampanti come Niccolò Quintarelli, Domenico Geminiani e Filippo Bergamaschi che stanno dando prova delle loro potenzialità. Gli italiani saranno 29 compresi cinque dilettanti: Enrico Di Nitto, Federico Maccario, Giorgio De Filippi, Federico Zuckermann  e Jacopo Jori, che difende i colori del circolo ospitante.
Di ottima qualità il field che annovera altri quattro vincitori stagionali, oltre a Pavan: il sudafricano Dylan Frittelli, il francese François Calmels, l’australiano Daniel Gaunt e lo spagnolo Jordi Garcia Pinto. Non saranno i soli candidati al successo, ma in un ampio novero di favoriti ricordiamo gli inglesi Sam Walker, Charlie Ford e Robert Dinwiddie, lo scozzee Raymond Russell, il coreano Sihwan Kim, il danese Jeppe Huldahl, l’australiano Terry Pilkadaris, i francesi Julien Guerrier ed Edouard Dubois, l’argentino Daniel Vancsik e l’olandese Wil Besseling, oltre a Crespi.
Il torneo, che come detto fa parte dell’Italian Pro Tour, ossia il circuito delle gare nazionali allestite dal Comitato Organizzatore Open Professionistici di Golf della FIG, si disputerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che lascerà in gara i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto. Il montepremi è di 160.000 euro dei quali 25.600 euro andranno al vincitore. L’ingresso per il pubblico sarà gratuito,
Molto atteso Pavan (nella foto): "E' sempre piacevole giocare in Italia – ha detto il 24enne romano –  beneficiare del sostegno del pubblico e poter contare sulla presenza del mio allenatore. La mia prima esperienza sul percorso dell'UNA Poggio dei Medici Golf Club coincise con la vittoria nel Campionato Nazionale Stroke Play nel 2005. Poi vi sono tornato da professionista nel 2011 proprio per il Mugello Tuscany Open e mi sono classificato 27°. Ricordo dei green bellissimi dove, però, non fui in grado di sfruttare al meglio il gioco corto. Il tracciato ha dei tratti di somiglianza con alcuni campi di Roma dove sono solito allenarmi: non ha molti alberi, ma richiede attenzione nell'avvicinamento alle bandiere. Sarà un torneo impegnativo e bisognerà essere in ottima forma anche per fronteggiare l'insidia del caldo".
L’UNA Poggio dei Medici, resort ricavato dal restauro di antichi casali toscani che ospita 70 camere spaziose, un centro benessere e l’omonimo Golf Club, situato a Scarperia (FI) tra le verdi colline del Mugello, è uno dei fiori all’occhiello della catena alberghiera italiana UNA Hotels & Resorts. Con le sue strutture di design, l’attenzione ai dettagli e l’accuratezza del servizio al cliente, UNA rappresenta l’essenza dell’ospitalità italiana in tutte le sue tre differenti linee ricettive: UNA Hotels, eleganti alberghi nel centro delle principali città d’Italia; UNA Resorts, raffinate e storiche dimore immerse nella natura, in campagna e al mare e UNAWAY Hotels, soluzioni ideali per una sosta di qualità lungo le principali vie di comunicazione. L’offerta di UNA Hotels & Resorts è ampia e declinata per ogni tipo di clientela, sia leisure che business. Il profondo legame con il territorio di ciascuna struttura consente di integrare l’esperienza di soggiorno con attività legate ad arte, cultura, benessere, enogastronomia e sport.
Il percorso, già teatro di cinque edizioni del Ladies Italian Open, è stato ottimamente preparato e favorirà ancor più lo spettacolo, che sicuramente non mancherà. Opera di  Baldovino Dassù e dall'arch. Alvise Rossi (18 buche, par 72) si snoda in collina con incomparabili scorci panoramici.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »