energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Torna “Piazza Toscana”, l’evento che fa dialogare le imprese Economia

Sarà un piazza virtuale in cui imprese toscane di ogni settore e dimensione potranno dialogare, confrontarsi sui problemi attuali e, forse, trovare accordi, inaugurare partenariati, creare alleanze. Con questo intento e con lo slogan “Conoscersi per crescere” si replica l’iniziativa “Piazza Toscana”, seconda edizione dell’evento promosso dalla Compagnia delle Opere, con il patrocinio dei Comuni di Firenze e Prato e della Camera di Commercio di Firenze in programma al Mandela Forum di Firenze il prossimo 23 maggio. Oltre 300 imprenditori si daranno appuntamento per un momento di confronto e conoscenza da cui non è escluso che possano nascere occasioni di business e innovazione. «Un’iniziativa pensata per le piccole e medie imprese –  ha spiegato il Presidente Cdo Toscana Francesco Neri – nella quale però saranno presenti anche grandi gruppi come Menarini, Trenitalia, Ferragamo, Zurich, Savino Del Bene, Starhotels, Braccialini e Brain Technology». Sono già più di 250 le imprese che hanno aderito all’iniziativa attraverso il form presente sul sito www.piazzatoscana.it. «Ma puntiamo quest’anno a superare le 300 presenze – ha aggiunto Neri – Il successo della passata edizione, con la partecipazione di circa 180 imprese e l’organizzazione di centinaia di incontri Be-to-Be, ci ha dimostrato che le imprese possono trovare molti benefici aprendosi alla conoscenza di altri soggetti». «Il be to be è un elemento formidabile per mettere in contatto imprenditori che possono finalmente dialogare con lo stesso linguaggio» ha sottolineato Vasco Galgano, presidente della Camera di Commercio di Firenze. «Piazza Toscana rappresenta una soluzione semplice ed efficace per far incontrare domanda e offerta sul territorio e far conoscere anche alle grandi aziende la realtà produttiva toscana e fiorentina, in grado di offrire prodotti e servizi – ha concluso il vice sindaco Dario Nardella – Così si evidenzia l’importanza della filiera corta del mercato integrato nel territorio e si può dare una risposta concreta alla crisi economica».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »