energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Torre degli Agli, M5S: “La nostra domanda d’attualità non ammessa” Breaking news, Cronaca

Firenze – Torre degli Agli, la questione degli infiniti cantieri rimane in sospeso: lo dicono con forza i consiglieri del gruppo M5S, che, avendo presentato sulla vicenda, come  “una domanda di attualità sull’argomento per il consiglio di oggi, supportata da articoli di giornale e servizi televisivi sull’argomento degli ultimi giorni, il quesito non è stato ammesso dall’ufficio di Presidenza e dunque l’assessore non ha potuto rispondere a una domanda che di fatto non è stata rivolta perché ritenuta “inammissibile”. Nonostante le promesse fatte agli occupanti delle casine di legno di viale Guidoni  in risposta a una nostra interpellanza fatta nel consiglio del 20 Dicembre scorso e nelle quali l’assessora Albanese aveva dichiarato la data del 14 Febbraio (non specificando l’anno ci vien da dire) quale termine ultimo di consegna degli 80 alloggi di via Torre degli Agli, (termine rinviato ben 10 volte negli ultimi 8 anni), a oggi nessun cenno di comunicazione è giunto dalla giunta circa l’ennesimo mancato obbiettivo per le 80 famiglie che attendono da troppo tempo”.

Non demorde, il gruppo pentastellato. Il capogruppo M5S Roberto De Blasi e il consigliere Lorenzo Masi incalzano:“Ecco le domande alle quali avremmo voluto avere risposta oggi e che riproporremo in un Question Time per il prossimo Consiglio del 21 Febbraio:
– Il motivo per il quale oggi 14 Febbraio 2022 i lavori per la realizzazione dei 90 alloggi ERP di via Torre degli Agli non siano stati ancora ultimati secondo quanto previsto dal cronoprogramma dei lavori e dal contratto integrativo di appalto n.96 del 17 settembre 2018;

– informare il consiglio circa l’ennesimo slittamento per la consegna degli alloggi indicando data certa della fine degli stessi;

– se sia intenzione di questa Amministrazione chiedere a Casa SPA l’applicazione delle penali previste dal contratto nei confronti delle imprese appaltatrici per l’ulteriore ritardo nella consegna dei nuovi alloggi.

“L’auspicio che noi abbiamo e che auguriamo alle 80 famiglie che sono ancora in attesa è che il prossimo rinvio sia quello definitivo senza più date presunte che sono state sistematicamente disattese troppe volte”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »