energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Torselli (FdI): “Green pass esclude i vaccini russi, gravi effetti sul turismo” Breaking news, Politica

Firenze – E’ Francesco Torselli, capogruppo di FdI in Regione, a porre il problema: il green pass esclude infatti i vaccinati con sieri come lo Sputnik, il vaccino russo che non riguarda solo i cittadini dell’Est Europa, bensì, ad esempio, tutta la popolazione di San Marino. Al di là del problema di principio, ovvero se si sia di fronte a una vera e propria discriminazione fra vaccini di serie A e di serie B, la ricaduta sulla nostra regione è anche di tipo economico.

“In Versilia e nelle nostre città d’arte ci sono già diverse disdette di turisti vaccinati con sieri come lo Sputnik. Il Green Pass del Governo Draghi, oltre ad essere un provvedimento ‘economicida’ e insensato, ha anche delle contraddizioni evidenti. Un cittadino russo o cinese vaccinati con sieri diversi da quelli comprati dall’Ue, che quindi hanno fatto la profilassi contro il Covid,  non possono sedersi al tavolo di un ristorante italiano al chiuso, preferiranno quindi o rimanere a casa oppure trascorrere le ferie altrove – dice Torselli – ci sono milioni di persone ad aver ricevuto vaccini non riconosciuti dall’Ue e che vivono nel nostro Paese: siamo di fronte ad una discriminazione tra vaccinati di serie A e di serie B. Inoltre per una Regione turistica come la nostra, che da decenni attrae stranieri provenienti dall’Est Europa e dall’Asia, il Green Pass produce un danno economico non indifferente”.

“Proprio oggi – conclude Torselli – sono usciti gli ultimi dati di Irpet sul turismo: nel 2020 la Toscana ha registrato più del 76% in meno di presenze turistiche straniere. Non è il momento di adottare politiche che disincentivano la ripresa economica! Il Presidente Giani, invece che lamentarsi perché la Toscana risulta rossa nelle mappe dell’Ecdc, intervenga presso l’Ue per correggere questa gravissima stortura”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »