energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Tortelli: “Sagginale, squadra di uomini” Sport

Nel girone B del campionato Promozione c'è una squadra che sta facendo parlare di sé e superando ogni più rosea aspettativa d'inizio stagione. Parliamo del Sagginale, ovviamente, la squadra della piccola frazione di Borgo San Lorenzo che con i suoi 41 punti in classifica e una striscia di dieci risultati utili consecutivi (dalla 14a alla 23a giornata) si ritrova, a sole quattro giornate dalla fine, al quinto posto del girone. La squadra biancorossa che domenica scorsa ha espugnato il campo della Nuova Foiano (unica squadra ad aver ottenuto i tre punti in terra chianina) sogna in grande, e da un obiettivo iniziale di una modesta salvezza può adesso puntare a un clamoroso posizionamento playoff. (Il punto sulla 26a giornata Promozione)
Abbiamo contattato l’allenatore della squadra fiorentina, Giovanni Tortelli, chiedendogli quale sia il punto di forza di questa squadra. Questa l’intervista rilasciata in esclusiva per StampToscana:

Mister Tortelli, dopo la vittoria di Foiano siete lì, a un passo dal sogno playoff. Qual è il segreto di questa squadra?
"La mia squadra è fatta di uomini, oltre che di giocatori. In un calcio in cui i soldi sono sempre meno, dobbiamo cercare di trovare degli uomini, prima che dei semplici calciatori. Sagginale è fatta di persone che lavorano, che amministrano bene tutto e senza fare pazzie, cercando inoltre di fare calcio nel modo più professionale possibile. Non posso che elogiare tutti."

Ci parli un po’ del vostro avvio di stagione. Quali erano le vostre pretese a inizio campionato?
"Sinceramente noi siamo partiti con l’idea di salvarci e basta. Sagginale è un paese di soli 300-500 abitanti, noi avevamo problemi oggettivi enormi e spesso non avevamo nemmeno il campo in cui giocare, quindi per noi anche salvarci tramite gli spareggi playout sarebbe stato un buon risultato. Invece questa è una situazione inaspettata."

Inaspettata, ma siete stata l’unica squadra ad aver vinto in casa della Nuova Foiano…
"Sì siamo stati i primi ed è stato frutto di una partita attenta e precisa, direi perfetta. Perché per vincere a Foiano serve questo, una partita perfetta, oltre che un pizzico di fortuna."

A questo punto mancano solo quattro giornate alla fine. Potete puntare ai playoff?
"Sì. Noi abbiamo una rosa corta, senza settore giovanile, e abbiamo anche qualche infortunato, ma sono cose che fanno parte del calcio. Però penso che se riusciremo a fare risultato domenica con l’Arno Laterina, potremo sognare. Dopo avremo il Pontassieve, ma siamo abituati a giocare in trasferta."

Anche se potrebbe non bastare arrivare quinti per qualificarsi ai playoff, visto che la seconda classificata Bucinese (e Nuova Foiano ndr) dista ben undici punti..
“Sì, quindi oltre a vincere dobbiamo sperare negli altri, perché con 11 punti di distanza dalla seconda non faremmo ugualmente gli spareggi. Però ho visto che ci sono tanti scontri diretti e anche il Foiano contro di noi l’ho visto contratto. Non sempre le forze mentali vanno di pari passo con quelle fisiche e quando una squadra deve vincere per forza è molto più tesa. E’ questo ciò che ha fatto la differenza domenica: noi ci crediamo, perché non abbiamo niente da perdere e giochiamo con serenità.”

Alessandro Testa

Foto: firenze.repubblica.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »