energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toscana, agriturismo e cibo di qualità fanno sognare il mondo Economia

Se il dato nazionale del +2,5% di arrivi negli agriturismi nel 2013 conferma che è proprio questa la tipologia ricettiva preferita sia da turisti stranieri che italiani, il predominio della Toscana nelle scelte di italiani e stranieri è confermata dal fatto che1 straniero su 2 (46%) e 6 italiani su 10 (59%) sceglierebbero proprio la nostra regione per vivere un’esperienza immersi nella natura tra buon cibo e buona cucina, tradizioni, lifestyle, attività ludico-ricreative.

I dati lo confermano in pieno: con 4.187 strutture autorizzate e 56.420 postiletto (13,5 i posti letto per singolo esercizio) la Toscana mantiene saldamente la sua leadership nazionale con il 16,6% in più di aziende agrituristiche ed il 27,7% in più di posti letto disponibili rispetto a 2007. Inoltre, emerge un altro dato: l’agriturismo è più rosa che altrove grazie alla più altaconcertazione di imprese agrituristiche gestite da donne: 1.707 aziende,pari al 40,8% di quelle regionali nel complesso e al 23,5% di quelle nazionali a conduzione femminile. Tra le attività si sono particolarmente sviluppate le fattorie didattiche: circa 700 (23%) su un totale di 3mila si trovano in Toscana. E’ quando emerge dal bilancio tracciato da Terranostra – Coldiretti (info suwww.toscana.coldiretti.it) sulla vacanza in campagna nel 2013 in vista di Agriturismoinfiera 2014, l’appuntamento dedicato agi agriturismi italiani in programma da 18 al 19 gennaio al Parco Esposizioni di Novegro, a Milano (www.agriturismoinfiera.it). 
 
A condizionare la scelta della località ed il tipo di struttura sono l’enogastronomia ed il paesaggio. Con 463 specialità alimentari e 24 prodotti Top tra Dop e Igp riconosciuti la Toscana è la regione italiana con il più alto appeal a tavola contribuendo al primato mondiale dell’Italia nel turismo enogastronomico con oltre 24 miliardi di euro spesi dai turisti nazionali ed esteri nel belpaese per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per acquistare prodotti tipici. Secondo Coldirettiben un terzo (33%) della spesa di italiani e stranieri in vacanza in Italia.

Il brand più forte della Toscana è il suo cibo che è legato al territorio, alla sua identità e alle sue tradizioni – è l'analisi di Andrea Landini, Presidente Terranostra Toscana – il futuro e le scelte della nostra regione non possono non tenere in considerazione il valore economico, sociale e ambientale delle imprese agricole e dell’agricoltura. Il cibo e la nostra terra sono i punti di forza della nostra offerta turistica”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »