energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toscana arancione: rafforzata la vigilanza anti-assembramenti Cronaca

Firenze – Cinque “aree di massima allerta” a maggior concentrazione di esercizi commerciali e artigianali, all’interno delle quali sarà rafforzata la vigilanza delle forze dell’ordine e della polizia municipale in forma prevalentemente dinamica, anche con pattuglie appiedate. Questo uno dei primi provvedimenti decisi dal il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Firenze Alessandra Guidi che si è riunito oggi in vista del periodo natalizio ed in coincidenza con il presumibile e imminente passaggio della Toscana a “zona arancione”.

Il potenziamento dei controlli in chiave anti-assembramento sarà attivato, a partire dal 6 dicembre fino al giorno di Natale, nei fine settimana e nelle giornate dell’8 e del 24 dicembre, con particolare attenzione alla fascia oraria 13-19, quando maggiore è l’afflusso di persone.Il potenziamento delle attività di controllo si estenderà anche ai principali centri commerciali dell’area metropolitana (ipermercati, outlet, grandi magazzini, etc…) individuati come a più alto afflusso di persone.

La grande distribuzione è stata invitata a sensibilizzare l’utenza all’utilizzo di sistemi di prenotazione, cosicché sia minimizzato il rischio di stazionamenti al di fuori dei punti vendita.

L’azione preventiva sarà supportata dall’utilizzo in via sperimentale da parte del Comune di Firenze di una tecnologia software in grado di rilevare il numero di persone presenti in una determinata area cittadina.

Il prefetto e il sindaco di Firenze, unitamente ai sindaci dell’area metropolitana, rivolgono un appello affinché sia osservato dalla collettività il massimo rispetto delle misure anti-contagio, specie nell’attuale periodo di festività natalizie, con la consapevolezza che la responsabilità di ciascuno è garanzia per la salute degli altri. Solo con la collaborazione di tutti si può evitare di incorrere in una nuova crescita di contagi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »