energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toscana in giallo, solo per oggi ci si può spostare fra regioni Breaking news, Cronaca

Firenze – Dopo un mese e mezzo di permanenza in zona arancione, poi rossa e dopo ancora arancione, la Toscana torna da oggi in maglia gialla. Riaprono bar e ristoranti mentre ci si potrà muovere liberamente senza dover giustificare gli spostamenti con la tanto odiata autodichiarazione.
Per oggi, e solo per oggi, domenica 20 dicembre, si potranno anche varcare i confini regionali. Da domani invece, ma solo fino al 23 compreso, i movimenti saranno consentiti solo dentro la regione.
Il 24 dicembre scatterà invece quanto previsto dall’ultimo decreto legge siglato venerdì sera. Dalla vigilia di Natale, e fino al 6 gennaio, la Toscana e tutta l’Italia avranno due sole gradazioni: rosso per dieci giorni, arancione per quattro.
In pratica nei giorni festivi e prefestivi varrano le regole della zona rossa. Ossia, non ci si potrà muovere da casa se non per lavoro, salute o necessità. Si potrà andare a fare la spesa, andare in edicola, tabaccheria e farmacia, o fare acquisti in negozi che vendono alcune categorie di beni come ad esempio ferramenta, fiori o cosmetici. Nei restanti quattro giorni feriali si farà invece riferimento
alle regole della zona arancione. I negozi saranno tutti aperti (e fino alle 21) e ci si potrà muovere liberamente soltanto entro i confini comunali. In ambedue le zone i ristoranti e i bar saranno aperti solo per l’asporto fino alle 22 o per la consegna a domicilio.
Il nuovo decreto legge introduce tuttavia alcune fondamentali deroghe. Chi vive in comuni sotto i cinquemila abitanti potrà spostarsi in un raggio di 30 chilometri a prescindere dai confini comunali senza tuttavia poter entrare nei capoluoghi di provincia, mentre sarà possibile recarsi nelle seconde case ma solo in ambito regionale.
E c’è infine la deroga più importante, quella che in un certo senso salva lo spirito del Natale, quella che lascia le porte aperte a un minimo di socialità, come fortemente voluto del premier Giuseppe Conte. In tutto il periodo dal 24 al 6 gennaio ci si potrà recare in visita da amici e parenti, seppur limitatamente a due persone, con minori di 14 anni, disabili o non autosufficienti conviventi. E lo si
potrà fare oltrepassando i confini comunali seppur dentro la regione. Lo spostamento, con autodichiarazione, potrà avvenire soltanto una volta al giorno dalle 5 del mattino alle 22, ora in cui scatta il coprifuoco notturno. Se si decide insomma di andare la mattina dai nonni, non si potrà andare nella stessa giornata dagli amici.
Una deroga, questa, che eviterà di ritrovarsi murati a casa in un periodo tradizionalmente votato invece alla socialità. Sarà limitata la circolazione ma all’interno delle proprie case si potranno così ricevere le persone care, parenti o amici che siano.
Rimane salva poi la possibilità per coniugi e partner di ricongiungersi nella residenza, domicilio o abitazione in cui abitualmente si vive, come già specificato a suo tempo nelle faq del governo.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »