energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Toscana, nel 2011 diminuite le ore di cassa integrazione Economia

In Toscana il 2011 si è chiuso con una notevole diminuzione delle ore di cassa integrazione rispetto all'anno precedente: è quanto emerge dai dati diffusi dalla Regione, che evidenziano un calo del 50% ed oltre delle ore del mese di dicembre 2011 rispetto al mese di novembre, e del – 47,9% rispetto a dicembre 2010.  E se le perfomance medie nazionali si attestano rispettivamente a – 24,3% e -29,7%, è ben comprensibile come la Toscana possa essere orgogliosa dei propri risultati. Analizzando i dati toscani, si scopre che ad aver registrato una diminuzione più marcata è stata la cassa integrazione ordinaria (-26,9%), mentre per quella in deroga e per quella straordinaria il calo è stato minore (-8,9% per entrambe). Nel caso della cassa straordinaria, il suo peso si è fatto sentire in particolare nella provincia di Grosseto, che nel 2011 ha visto un incremento complessivo della cassa integrazione del +54,5%, e in quella di Pistoia, che ha registrato un aumento del +32,6%. In termini assoluti le ore autorizzate di cassa integrazione sono state circa 47 milioni (di cui quasi 20 per la cassa in deroga), equivalenti a circa 27.600 posti di lavoro a tempo pieno. "Se il mercato del lavoro non è crollato è anche grazie a questi strumenti – ha commentato l'assessore regionale al lavoro Gianfranco Simoncini – ai quali la Regione ha affiancato una serie di incentivi volti a contrastare la precarietà e a incrementare e qualificare l'occupazione, con un occhio di riguardo ai soggetti più colpiti dalla crisi come donne e giovani. Ma a questo abbiamo fin dall'inizio accompagnato le politiche per lo sviluppo, aiutando le imprese ad essere più competitive sul mercato e a fare squadra per rispondere meglio alla sfida dell'innovazione". 


 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »