energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toscana sempre più dolce. Come il miele Economia

Firenze – Sono i dati che, come al solito, fotografano al meglio la situazione: al 31 dicembre 2014, secondo l’ultimo censimento effettuato, il settore apistico ha fatto registrare un incremento di ben 13mila arnie rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un evidente segno di come il mondo dell’apicoltura acquisti sempre più importanza nell’economia regionale. Un segnale che è stato raccolto dalla giunta regionale, che ha stanziato oltre 400mila euro di fondi europei per migliorare la qualità della produzione oltre a contribuire alla lotta alla “varroa”, la terribile malattia delle api, oltre a razionalizzare la “transumanza”, vale a dire lo spostamento delle arnie a seconda delle fioriture.

“Per aumentare la produttività delle aziende – spiega il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che ha visitato di recente alcune aziende apistiche – l’accento va posto anche sulla innovazione e sulla ricerca, approfondendo filoni come quello del nutrimento delle api, della selezione genetica, e della lotta alle malattie. Peraltro possiamo fare leva su un’eccellenza, toscana e non solo, della ricerca, come la sezione agraria del Sant’Anna di Pisa, una delle più importanti in Italia”.
“Con le misure approvate vogliamo favorire una maggiore redditività delle aziende e una migliore qualità del miele – afferma l’assessore Remaschi – Abbiamo cercato di venire incontro alle esigenze di una realtà, come quella del comparto toscano, che è caratterizzata da una moltitudine di piccoli operatori che hanno difficoltà ad acquisire informazioni aggiornate per fronteggiare i problemi legati alle patologie che colpiscono il settore apistico, e informazioni su metodi più razionali di conduzione. Ma anche aziende di dimensioni più significative potranno acquisire attrezzature che consentano di razionalizzare la pratica del nomadismo, diminuendo i costi e migliorando la qualità del miele prodotto”.
Gli apicoltori interessati a richiedere i contributi per l’acquisto di arnie e attrezzature devono presentare domanda, tramite il sistema informatico di Artea, nel periodo che va dal 1° al 30 Ottobre.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »