energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Toscana non va in pista, delusione tricolore Sport

La Toscana attraversa un periodo molto negativo per quanto riguarda il ciclismo su pista. Eppure nel passato ha avuto atleti di primissimo piano a cominciare dal supercampione fiorentino Enzo Sacchi che negli anni cinquanta conquistò nella velocità sia il titolo mondiale che la medaglia d’oro alle olimpiadi.  Ieri la nostra regione è uscita dai campionati italiani allievi ed esordienti disputati a Dalmine di Bergamo, con un bilancio decisamente scarso. In alcune specialità non è riuscita a piazzare un corridore nemmeno fra i primi dieci classificati.
  Il bilancio della Toscana ai campionati di Dalmine consiste in due medaglie d’oro ed una di argento. Troppo poco per una regione molto qualificata nel mondo del ciclismo. Ha salvato in parte la faccia grazie all’esordiente Mattia Russillo (Team Valdinievole) che ha vinto i titoli nella corsa a punti e nel torneo di velocità. Specialità nella quale aveva già dimostrato grande attitudine aggiudicandosi anche i titoli regionali.
   La medaglia d’argento è arrivata grazie all’ottimo Tommaso Fiaschi (Team Iperfinish Stabbia); mentre per trovare altri risultati accettabili bisogna citare il quinto posto di Damiano Santucci (Ciclistica Cecina) nella velocità esordienti ed in campo femminile quello di Chiara Vannucci (Team Vaiano) nell’omnium èlite.
   Periodo negativo per il ciclismo toscano su pista anche nella categoria juniores. Infatti nessun toscano figura tra i quindici azzurri selezionati, maschi e femmine, per i mondiali su pista in programma da mercoledi a domenica prossima a Glasgow (Scozia).
   Una situazione così deficitaria dovrà sollecitare il Comitato toscano di ciclismo a studiare, con i tecnici della pista, un programma di lavoro a medio termine tale da “creare” più pistards competitivi.
  Per la nostra regione il problema non si pone, invece, per quanto riguarda i valori atletici del ciclismo su strada nel quale è competitiva in tutte le categorie. Può darsi che già domani martedi nel 54° Trofeo Comune di Lamporecchio per dilettanti al quale sono ben 200 gli iscritti di tutta Italia arrivi la conferma con il successo del corridore di una società toscana.
   Tra i favoriti lo “squadrone” del GS. Mastromarco non solo perché correrà sulle strade di casa, ma anche perché sarà al via con corridori di valore quali Bettiol, Bellini, Verona, Ulivieri, Orsini, Stefanelli, Marchini, Colonna, Natali, Cresca.
  La corsa, organizzata dall’U.C. Larcianese, si snoderà su un tracciato di 133 chilometri e potrebbe avere il suo tratto “chiave” nella salita di San Baronto, affrontata dal versante di Vinci, situata nel finale. La partenza alle ore 14. La giuria : Sbrilli, Matteo Bonechi, Nocchi, Calotti.
   Sempre domani martedi è in programma anche una gara tipo pista a Quarrata riservata ad allievi ed juniores tesserati per società toscane. Inizio ore 21. Giuria : Mencacci, Tofani e Batelli.

Franco Calamai

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »