energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toscanellum, approvazione in notturna: resta il listino bloccato, ma con le preferenze Politica

Firenze – Di tutto un po’: il toscanellum avrà sia il listino bloccato (di tre nomi), sia le preeferenze. E anche il ballottaggio, nel caso in cui nessuno fra coloro che corrono per la presidenza, raggiunga il 40% dei voti. Quest’ultima, novità assoluta per l’istituto Regione.

Il premio di maggioranza? C’è. E anche le soglie di sbarramento, differenziate, queste ultime, col 5% per il partito che si presenta in solitaria.

Così il toscanellum, la nuova elegge elettorale toscana che ha scatenato dibattiti polemiche feroci soprattuto fra amici e compagni, prende vita all’alba, in consiglio regionale, nonostante i 7mila emendamenti presentati da Fratelli d’Italia, le divisioni interne, le accuse di “intelligenza” col nemico (vale a dire Forza Italia). Dopo la lunga notte, i numeri parlano chiaro: 33 sì e 12 no. Il Toscanellum è realtà. E la bilancia toscana inclina un po’ di più verso il bipolarismo.

Ore 5,40 di stamattina, si consuma la votazione che proclama legge il toscanellum. Squadre miste sia per chi vota a favore sia contro: per quanto riguarda i primi, hanno votato a favore 33 consiglieri Pd, Forza Italia, Toscana civica riformista, Più Toscana, i consiglieri Rudi Russo del Centro democratico, Pieraldo Ciucchi, Gruppo misto, Marco Carraresi, Udc; contro, 12 consiglieri, Nuovo centrodestra, Fratelli d’Italia, Rifondazione comunista-Comunisti italiani, i consiglieri Chiurli e Romanelli del Gruppo misto, Del Carlo, capogruppo Udc. Gli astenuti, presenti in aula: per il Partito democratico Boretti, Lastri, Matergi, Mattei, Morelli, Tognocchi e Venturi e la consigliera Chincarini, capogruppo del Centro democratico.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »