energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Toto-diesse: da Rui al magazziniere… Sport

Comunque, mentre nel caso del tecnico serbo un ciclo non era mai iniziato, quello dell’uomo di Vernole era iniziato, cresciuto, sgonfiato e infine finito. Lo ha spiegato bene il quotidiano sportivo più letto d’Italia, La Gazzetta dello Sport, quando all’indomani dell’annuncio dell’addio tra Corvino (foto Corriere Fiorentino) e la Fiorentina, in un bel box venivano passati in rassegna gli acquisti dei suoi sette anni di gestione, un crescendo, anzi forse meglio un cascando, di nomi, da Luca Toni perla della prima stagione ad Andrea Lazzari, ombra dell’ultima con al seguito Housseini Kharja e El Pollo Olivera… Comunque, il Corvo è il passato, il presente è drammatico, e bisogna pensare al futuro. Stanno girando tanti nomi, si va da Pietro Leonardi del Parma a Riccardo Bigon del Napoli, passando da un nome che sta facendo tantissima strada come quello di Pietro Lo Monaco del Catania a uno che la strada dopo una straordinaria doppia promozione dalla Lega Pro alla serie A se l’è vista bruscamente interrompere da una stagione disastrosa come Pasquale Sensibile della Sampdoria. Non mancano nemmeno le sorprese, se non i sogni, come l’accoppiata Lele Oriali/Amedeo Carboni e lo scalda-piazza, l’indimenticato Rui Costa, oggi direttore sportivo del Benfica. Tutti belli, tutti bravi, tutti meglio di Corvino ora che la Fiorentina annaspa per non retrocedere. Attenti però: se vado a far la spesa col portafoglio pieno posso comprare ciò che voglio, o almeno combattere con chi ha lo stesso mio budget per accaparrarmi i pezzi migliori al mercato; se ci vado con in tasca il biglietto del bus e la mosca che esce quando apro il borsello, al massimo posso permettermi gli scarti del giorno prima al cassonetto. E chi ha orecchie per intendere, intenda, perché se Rui dovesse toccare di andare a fare la spesa con tre buoni pasto, allora il diesse a Firenze potrebbe farlo tranquillamente il magazziniere

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »