energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tra idrogeno ed edilizia intelligente. Ultimo giorno di Green City Energy Ambiente

Dopo la giornata introduttiva, tra pannelli solari e ricerche di sinergie fra enti locali per uno sviluppo sostenibile, Green City Energy si avvia alla sua conclusione discutendo sulle potenzialità dell'idrogeno e sugli strumenti più efficaci di riqualificazione energetica

I numeri. 500 partecipanti e 100 relatori – Sono stati circa un centinaio, tra amministratori ed esperti del settore, coloro che sono intervenuti ai convegni e ai workshop di questa terza edizione cittadine della manifestazione, in qualità di relatori. 500 invece i partecipanti che si sono trovati a discutere, nelle parole di Carlo Silva, Presidente di Green City Energy On The Sea e organizzatore le «best practices e le tecnologie all'avanguardia per quanto riguarda energie rinnovabili, mobilità elettrica, green building e smart grids».

Il sindaco Filippeschi: “Chiediamo alla Regione fondi per bus elettrici” – Dopo che nella prima giornata è stata lanciata nell'ambito del Patto dei Sindaci «la proposta di costituzione di un coordinamento generale delle città che vi aderiscono», il sindaco di Pisa Filippeschi – che pensa già a GCE 2013 – ha chiesto alla Regione di «dedicare all’acquisto di bus elettrici una parte significativa dei fondi destinati al rinnovo del parco mezzi del trasporto pubblico previsti nel nell’imminente gara per il gestore unico».

La filiera dell'idrogeno – Durante il convegno “Progetto H2 Filiera Idrogeno”, sono stati illustrati i principali risultati raggiunti di un progetto finanziato dalla Regione Toscana e che ha visto coinvolti vari Dipartimenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa e la Scuola Superiore S.Anna, con l'obiettivo di «avviare una sperimentazione di “filiera”, cioè l’attivazione in scala locale di tutte le componenti di un sistema di mobilità basato sull’idrogeno».

Green City Energy. Le curiosità – Fra le apparecchiature che maggiormente hanno impressionato durante questa edizione del forum, vale la pensa di ricordare il porter a idrogeno, la bicicletta alimentata da batterie al litio dell'Università di Pisa e il veicolo ad ammoniaca di Pont-Tech, realizzato nell'ambito del progetto SAVIA (Sistema di Alimentazione di Veicoli a Idrogeno e Ammoniaca) di cui è capofila Pont -Tech.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »