energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Tradizioni: Volo del Ciuco 537esima edizione Notizie dalla toscana

Empoli –  Volo del Ciuco, 537a edizione. Alle 19 di sabato 29 maggio per la 537esima volta, come tradizione vuole, il fantoccio sarà lanciato dal campanile della Collegiata di Sant’Andrea fino alla quarta colonna del Palazzo Ghibellino. Tutto pronto il programma della settimana che condurrà alla vigilia del Corpus Domini.

Ad illustrare il cartellone degli appuntamenti, le novità e le peculiarità di questa edizione l’assessore alla cultura di Empoli, Eleonora Caponi, e gli organizzatori della Compagnia di Sant’Andrea, la presidente Giulia Terreni, il direttore Claudio Del Rosso, alla docente Antonella Bertelli, del Liceo ‘Virgilio’. Presente anche gli allievi del liceo artistico ‘Virgilio’, realizzatori del Ciuco di cartapesta e del Palio del Ciuco.

Il Volo del Ciuco è ormai uno degli eventi che coinvolge più cittadini a Empoli, una rievocazione storica che richiama tantissimi empolesi in centro storico, non solo nel pomeriggio clou. Sia chi lo vive da protagonista sia chi assiste alle manifestazioni sa di partecipare a una festa popolare che dà il via all’estate empolese. Una kermesse folcloristica e culturale che richiama nell’arco di tutto il programma migliaia di persone.

LA STORIA – Tutto ebbe inizio nel lontano 1340 con la prima Compagnia di Sant’Andrea. Nel 1861, dopo l’Unità d’Italia, venne proibito il volo per legge, non solo per la crudeltà del volo, ma soprattutto per il messaggio di odio che inviava verso un paese vicino, San Miniato. La festa tradizionale tutta empolese è stata poi ripresa nel 1981 come evento rievocativo, con sfilata in costume d’epoca medievale e il volo di un finto ciuco – fantoccio. Quest’anno si celebra l’ottava edizione definita dell’età moderna. Dal 2011 è stato inserito il “Palio del Ciuco”, ovvero dei giochi che si svolgono in piazza Farinata degli Uberti nei giorni precedenti al Volo del Ciuco. Una vera e propria disfida tra i castelli, con prove di abilità come la corsa con i sacchi, il “tiro del carciofo” e il tiro alla fune. Vince il castello che ha totalizzato più punti in tutte le categorie (piccoli, ragazzi, donne e uomini).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »