energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Traffico di droga, Fiamme Gialle smantellano una struttura criminale Cronaca

Arezzo – L’operazione è scattata alle prime ore di questa mattina: i finanzieri del Comando Provinciale di Arezzo hanno smantellato un’organizzazione criminale, operante nella provincia aretina, dedita al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Gli indagati coinvolti sono 16, 11 le perquisizioni domiciliari e locali svolte, 7 le misure cautelari eseguite e 1 arresto effettuato in flagranza di reato.

Le forze impiegate per l’operazione constano di 40 finanzieri impiegati e 6 unità cinofile della Guardia di Finanza di Firenze, Pisa, Grosseto e Piombino. L’operazione odierna è la conclusione di una complessa ed articolata indagine avviata nel novembre 2014 dalle Fiamme Gialle della Compagnia di San Giovanni Valdarno che, nel tempo, ha consentito di operare svariati sequestri di stupefacente per quasi un chilogrammo di sostanze stupefacente (tra cocaina e hashish), nonché armi, banconote false, denaro contante frutto dell’illecita attività di spaccio, t.l.e. di contrabbando e la denuncia di 16 soggetti di varie nazionalità (rumeni, italiani ed albanesi).

Le misure cautelari sono state emesse dal competente Giudice su richiesta della Procura della Repubblica di Arezzo nei confronti di 7 soggetti, dei quali 4 destinatari di un ordine di custodia cautelare in carcere, 2 agli arresti domiciliari ed uno sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nel corso delle perquisizioni condotte questa mattina, una delle quali anche presso un locale pubblico nel centro della città aretina, sono stati sequestrati circa 100 grammi di stupefacente (principalmente hashish e cocaina), denaro contante e bilancini di precisione, nonché 3 autovetture ed 1 motoveicolo in uso agli indagati. Sono in corso le procedure di sequestro presso gli istituti di credito delle varie posizioni bancarie. La droga era stata nascosta addirittura sotto la paglia dei ricoveri per galline all’interno di un pollaio nelle campagne del Valdarno ed è stata rinvenuta grazie al fiuto dei cani cinofili appositamente addestrati.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »