energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Trascrizione nozze gay: i sindaci toscani replicano ad Alfano Cronaca

Firenze – I Comuni li trascrivono, e lo Stato li vieta. Nella giornata di oggi, martedì 7 ottobre, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha annunciato che il suo dicastero emanerà una circolare con la quale si vieterà ai Comuni italiani la trascrizione dei matrimoni fra omosessuali contratti al di fuori dello Stato italiano.

Sul suolo toscano sono state molte le reazioni dei sindaci. La neo-eletta presidente dell’Anci Toscana e sindaco di Sesto Fiorentino (Firenze), Sara Biagiotti, ha annunciato che i Comuni toscani si adegueranno alla normativa statale, ma che questa deve comunque garantire i diritti dei cittadini e la laicità dello Stato. “L’Italia è in ritardo anche contro l’omofobia e nel favorire l’integrazione”, ha chiosato il sindaco sestese.

Ma è soprattutto il sindaco di Empoli (Firenze), Brenda Barnini, a insorgere contro l’annuncio di Alfano. “Voglio essere un sindaco che si fa guidare dall’amore verso la propria comunità, un amore rivolto a tutti, senza differenze né discriminazioni”, ha dichiarato. Il prefetto di Firenze, Luigi Varratta, ha invitato la Barnini al rispetto della normativa vigente, che non ammette la trascrizione di matrimoni fra persone dello stesso sesso celebrate all’estero. “Io resisto – ha proseguito la Barnini – nel momento in cui vorrà, il prefetto potrà immediatamente revocare il mio decreto visto che in materia di anagrafe e stato civile è a me sovraordinato”. Ad oggi, ad Empoli due coppie gay sono state trascritte nel registro comunale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »