energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Trasfusioni infette, la Toscana paga 7,5 milioni di indennizzi Cronaca

Trasfusioni da emoderivati e danni: nel 2011, la Regione Toscana ha speso 7,5 milioni in indennizzi per trasfusioni da sangue infetto. La cifra è stata resa nota dal consigliere regionale Gian Luca Lazzeri, del gruppo consiliare Più Toscana, che ha promosso un'interrogazione in merito, per conoscere nel dettaglio il numero dei pazienti danneggiati da emotrasfusioni in ogni provincia toscana. Le cifre comunicate nella nota del consigliere Lazzeri "rivelano che almeno un settimo dei beneficiari degli indennizzi per danni da trasfusione sono in Toscana". Non solo: "Nel 2011 la Regione Toscana ha speso quasi 7 milioni e mezzo di euro per indennizzi a soggetti danneggiati da trasfusioni di sangue e emoderivati, una cifra record se si tiene conto che solo il 10% delle spese è destinata al risarcimento per vaccinazioni obbligatorie" spiega Lazzeri .

In dettaglio, "Nel 2011 – spiega il consigliere, che è membro della IV Commissione Sanità, e che si avvale dei dati derivanti all’ultimo prospetto del costo-funzione regionale relativo ai rimborsi per danni derivanti da emotrasfusioni istituiti dalla legge 210/92 – i soggetti beneficiari di indennizzo a vita risultavano 832 mentre i nuovi vitalizi inseriti durante lo stesso anno sono stati 36. Dietro ognuna di queste cifre ci sono persone che hanno subito danni alla salute a causa di episodi per cui la legge garantisce un rimborso. Se poi si tiene conto che a cavallo fra gli anni ’80 e ’90 almeno 7000 persone in tutta Italia hanno contratto epatite e Hiv per trasfusioni di sangue infetto, stando ai dati sui beneficiari degli indennizzi, si giunge alla conclusione che quasi un settimo di questi episodi è avvenuto in Toscana".

Dunque, danni spesso irreversibili arrecati alle persone sottoposte a trasfusioni infette, ma anche un peso notevole sul sistema finanziario della Regione. Rapportando poi Asl/popolazione, si può ottenere una sorta di classifica: in testa alla spesa per rimborsi alle persone danneggiate, le aziende sanitarie di Arezzo con 1.084.493,55 euro di spesa per rimborsi nel 2011 (12 nuovi soggetti con vitalizi inseriti nel 2011), l’Asl 10 di Firenze con 1.493.746,21 euro (5 nuovi soggetti nel 2011), l’Asl 5 di Pisa con 899.135,55 euro (1 nuovo soggetto nel 2011), l’Asl 1 di Massa con 579.528,73 (2 nuovi soggetti nel 2011), l’Asl 2 di Lucca con 311.051,25 euro (5 nuovi soggetti nel 2011), l’Asl 4 di Prato con 478.473,87 (2 nuovi soggetti nel 2011), l’Asl 6 di Livorno con 704.887,03 euro, l’Asl 7 di Siena con 399.014,01 (3 nuovi soggetti nel 2011), l’Asl 9 di Grosseto con 500.527,84 (4 nuovi soggetti nel 2011), quella di Empoli con 261.123,19 euro (1 nuovo soggetto nel 2011), l’Asl 3 di Pistoia con 382.693,89 euro e l’Asl 12 di Viareggio (1 nuovo soggetto nel 2011) con 322.310,31 euro di indennizzi a pazienti danneggiati da trasfusioni.

Foto www.lettera43.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »