energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Trasporto ferroviario regionale, tsunami da 50milioni di euro Cronaca

Trasporto pubblico locale ancora una volta nel mirino: un taglio di 50milioni di euro per il trasporto ferroviario toscano che rischia di mettere in ginocchio una struttura essenziale per viaggiatori e pendolari. E il futuro per ora non lascia intravedere schiarite.
E’ l’assessore regionale Luca Ceccobao a lanciare l’allarme: “Fino ad oggi lo Stato ha garantito direttamente a Trenitalia, a supporto dei contratti di servizio delle Regioni, 430 milioni di euro – spiega l’assessore – questo trasferimento è stato azzerato e adesso mancano risorse essenziali per garantire la circolazione dei treni. Per la Regione Toscana verranno a mancare oltre 50 milioni di euro, un taglio inaccettabile che mette a repentaglio la struttura dei servizi che abbiamo fin qui garantito e che danneggerà cittadini e pendolari”.

Ecco i dati delle manovre governative attuate nel luglio 2010 e rinforzate con le operazioni dello scorso agosto, il cui frutto è la “mannaiata” arrivata sulle strutture del Tpl regionale: si passa dagli oltre 2 miliardi di trasferimenti statali per il trasporto pubblico locale (bus e treni) del 2010, a 400 milioni per il 2012. Una cifra quantificabile in un taglio del 75% delle risorse, che ha come risultato la crisi del sistema dei trasporti di tutte le regioni. Nel 2012, per il solo trasporto ferroviario verranno a mancare 430milioni di euro, che per la Toscana signficia, appunto, 50milioni in meno sulle ferrovie.

In soldoni, la “mannaiata” ha indotto Trenitalia a sospendere le gare per la produzione di nuovi treni. Per la Toscana, significa dire addio al rinnovo di oltre 140 carrozze essenziali per garantire il servizio ai pendolari. Rinnovo che è previsto, come puntualizza l’assessore Ceccobao, dallo stesso contratto di servizio che lega Regione e Trenitalia.

Il meccanismo è questo: il contratto di servizio è sussidiato da un lato dall’erogazione diretta di 205 milioni di euro l’anno da parte della Regione, dall’altro da un trasferimento diretto dello Stato a Trenitalia di 47,2 milioni di euro più Iva. Traferimento che viene a mancare nel 2011. E dal 2012 in poi? Domanda per ora senza risposta.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »