energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Treni: disagi fino a stasera Firenze – Bologna non AV Cronaca

La linea ferroviaria convenzionale Firenze – Bologna rimarrà sotto la scure di pesanti disagi tutto il giorno a causa di un incedio doloso avvenuto questa mattina alle primi luci dell'alba nella stazione di Bologna – San Ruffillo. Grandi disagi per i viaggiatori costretti a passare a treni ad alta velocità fra il capoluogo emialiano e quello toscano. Le autorità ferroviarie prevedono che l'interruzione si protrarrà fino alla tarda serata. L'accaduto ha provocato a catena problemi a tutto il sistema di bigliettazione automatica. Lunghe code alle biglietterie e proteste da parte dei viaggiatori che stavano rientrando a casa per il Natale.

Mentre il personale (e gli annunci ufficiali) dei treni cominciano a parlare di un "guasto" provocato da ignoti avvenuto stamattina verso le cinque, continua l'odissea dei viaggiatori. Stamp è in contatto con Pierluigi, che si sta recando da Milano, da cui è partito alle 7,10 in perfetto orario con un intercity, a Paola. Alle 14.26 si sono appena mossi da Pianoro, alle porte di Bologna, affrontando così la "tratta maledetta", quella che ha fatto saltare i collegamenti fra l'Italia del Nord e il Centro Sud, almeno per quanto riguarda la cosidetta "linea convenzionale", vale a dire la vecchia tratta classica. L'Alta Velocità infatti, come ci spiega il capotreno della Freccia d'argento che siamo riusciti a prendere al volo dopo aver subito un trasbordo a Castelfranco Emilia, "passa sotto" e dunque non viene interrotta se qualcosa si "deteriora" nell'altra strada. Sì, ma l'afflusso di passeggeri, treni, ritardi conduce fatalmente a una ricaduta a cascata del disagio e dei ritardi su tutti i treni che passano da Bologna; e non solo. così, Pierluigi e i suoi compagni di viaggio superano Firenze Rifredi verso le 14.58. Ritardo accumulato, per ora: 230 minuti. Ma la strada è ancora lunga.

Intanto, giunge la nota di Gruppo Ferrovie dello Stato: "Terminati poco dopo le 9.00 i rilievi dell’autorità giudiziaria sull’incendio, di origine dolosa, del pozzetto di contenimento dei cavi di alimentazione del sistema di comando e controllo che regola la circolazione ferroviaria fra le stazioni di Bologna Centrale e Bologna San Ruffillo che ha provocato, alle 5.00 di questa mattina, l’iniziale sospensione del traffico sulla linea convenzionale Bologna – Firenze. Squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono ora al lavoro per riparare i danni e ripristinare la piena funzionalità della linea. Attualmente sono previsti allungamenti medi dei tempi di viaggio di 20 minuti per i treni AV della rotta Venezia – Roma e di 90 minuti per gli Intercity da e per Roma/Napoli. I treni Regionali da e per Prato, previsti in partenza dal Piazzale Est, utilizzano prevalentemente il piazzale Arcoveggio della stazione di Bologna Centrale. Data l'entità del danno si prevede in serata il ripristino delle normali condizioni di circolazione.Regolare il traffico dei treni Alta Velocità sulle direttrici Torino/Milano/Bolzano/Verona – Firenze/Roma/Napoli".

Print Friendly, PDF & Email

Translate »