energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Treni regionali: migliora la puntualità Cronaca

Firenze – Nel mese di aprile 2015 il servizio della rete ferroviaria regionale si è mantenuto a un buon livello. L’indice di riferimento del 4% è stato superato solo dalla Prato – Bologna che, nonostante la leggera flessione (-0,3% rispetto ad aprile), rimane sopra la soglia critica del 4% e ammette al bonus i suoi abbonati, come previsto previsto dal contratto di servizio tra Regione e Trenitalia. Si ricorda che il bonus viene pagato solo per la tratta toscana, compresa tra Firenze e Vernio.

In genere le prestazioni del servizio treni nel mese di aprile risultano buone, con una puntualità che a livello regionale cresce ulteriormente rispetto a marzo, attestandosi al 92,9% (+ 1% rispetto a marzo e + 0,9 punti percentuali rispetto allo stesso mese dello scorso anno).

Anche le soppressioni si mantengono sufficientemente contenute, nonostante il leggero incremento rispetto a marzo: 143 treni soppressi in tutto di cui 48 per cause esterne e 95 per cause dipendenti da Trenitalia ed RFI; a marzo queste ultime erano state 77 a fronte di un ben più elevato numero di criticità per cause meteo. Indice di riferimento. Viene calcolato considerando l’andamento del servizio linea per linea, in particolare i treni soppressi (minuti di servizio non resi) ed i ritardi in minuti accumulati in arrivo, in entrambi i casi per cause imputabili al gestore del servizio o al gestore della rete. Bonus. Hanno diritto al bonus i titolari di abbonamenti mensili e annuali a tariffa regionale e integrati Pegaso nel caso in cui l’indice superi il valore 4.0.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »