energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Trentaduenne romeno muore fulminato in una cabina telefonica a Firenze Notizie dalla toscana

Nella giornata di venerdì 13 gennaio i carabinieri di San Casciano Val di Pesa (Firenze) hanno iniziato a tallonare un soggetto noto per l’abituale consumo di sostanze stupefacenti. Seguito il quarantaseienne sancascianese fino a piazza Ricorboli, a Firenze, gli agenti hanno notato che un quarantenne tunisino gli cedeva una busta contenente stupefacenti in cambio di 600 euro in banconote. Fermato dai carabinieri, il quarantenne tunisino è stato denunciato per spaccio di droga, mentre il quarantaseienne italiano ha addirittura cercato di fuggire agli agenti cercando di colpire uno di loro con una gomitata. Adesso dovrà rispondere dei reati di resistenza e violenza nei confronti di pubblico ufficiale. Nell’arresto, i carabinieri sancascianesi hanno sequestrato circa 1 grammo di eroina. Nella serata di ieri, sabato 14 gennaio, invece, i carabinieri fiorentini hanno ricevuto una segnalazione da parte di un cittadino romeno. Preoccupato per un connazionale, che non era tornato nel luogo in cui i due erano soliti dormire, nei pressi del Luna Park delle Cascine, l’uomo ha contattato il 113 intorno alle 3:00 della mattina. L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, aveva forzato la porta di una cabina telefonica nei pressi di un’ex discoteca del parco delle Cascine, forse per cercare di rubare del rame. Una volta all’interno, però, avrebbe toccato inavvertitamente dei cavi elettrici. La scossa gli è stata fatale ed i carabinieri hanno trovato il corpo privo di vita del trentaduenne romeno morto fulminato nella cabina.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »