energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Trosino-Papok: memorabile doppietta al Giro Bio Sport

Arriva finalmente la prima vittoria di tappa al Giro Bio per il Team Hopplà Wega Truck Italia Valdarno per merito di Mirko Trosino e Siarhei Papok che hanno animato la settima tappa con una lunghissima fuga e che poi hanno trovato le forze per dominare il finale e conquistare il primo e il secondo posto.
La fuga di giornata è partita praticamente al chilometro zero, promossa dallo stesso Trosino che poi ha trovato anche il compagno Papok a dargli man forte. L'azione ha preso subito consistenza e si è presentata in vista degli ultimi venti chilometri con un margine rassicurante, superiore ai due minuti, grazie ad un ottimo accordo tra i dodici battistrada. 
Gli scatti portati dagli avversari sono stati rintuzzati a turno dai due gialloneri che hanno ripreso l'ultimo allungo di un atleta kazako a 800 metri dal traguardo. Proprio in quel frangente Mirko ha approfittato di un momento di empasse per affondare il colpo e presentarsi tutto solo sul rettilineo finale, mentre Siarhei teneva a bada i contrattacchi e vinceva agevolmente la volata per la seconda piazza.
«Dopo tanti giorni sfortunati – racconta Mirko – oggi tutto è girato alla perfezione. Nella riunione tecnica era stato detto a me e Sergio di entrare nelle fughe e cercare di ottenere un buon risultato e possiamo dire di aver fatto del nostro meglio. Appena abbassata la bandierina ho cercato di portare via la fuga e poi fortunatamente ho trovato anche i compagni di fuga giusti. Nel finale abbiamo gestito le nostre forze al meglio e quando abbiamo ripreso il kazako ho tirato dritto e, grazie anche alla presenza di Siarhei, sono riuscito ad arrivare. Domani sarà una tappa decisiva per quello che è il nostro obiettivo per questo Giro. Lavoreramo a fondo per dare la possibilità a Bongiorno di ribaltare le sorti di questo Giro nella tappa più impegnativa di questi dieci giorni».
Alla vigilia della tappa del Gavia Manuel Bongiorno, che è in gara ancora con lo scafoide carpale fratturato, si presenta con 3'24" di distacco dalla maglia rosa di Zakarin, in ottava posizione, a poco più di un minuto dal podio virtuale. 
«La condizione è ottima – spiega Manuel – e proverò a far saltare il banco perché il tracciato è molto impegnativo e c'è tanto terreno per fare la differenza: ce la metterò tutta per riuscire a conquistare un ottimo risultato».

hop_1.jpg


Le  foto dell'arrivo in parata e del podio © Foto Scanferla

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »