energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Turandot made in Torre del Lago sbarca in Cina Spettacoli

Torre del Lago (Lucca) – Una grande festa nella città cinese di Zhuhai per l’inaugurazione di un nuovo modernissimo spazio teatrale.

Zhuhai che in cinese significa “perla di mare”, è una moderna città della provincia di Guangdong. Una delle città più pulite e belle della Cina che ha ricevuto numerosi riconoscimenti per l’impegno che il Governo ha profuso nel favorire lo sviluppo della città nel rispetto dell’ambiente. Molto conosciuta per la sua bellissima e lunga costa punteggiata da numerose palme e spazi aperti Zhuhai è anche considerata porta di ingresso per Macao, Hong Kong e Taiwan e meta turistica privilegiata.

Per il vernissage della bellissima struttura, lo Zhuhai Huafa Theater i cinesi hanno voluto il capolavoro di Puccini, Turandot scegliendo il felice allestimento della Fondazione Festival Pucciniano del 60° Festival di Torre del Lago, firmato (regia,scene e costumi) da Angelo Bertini, con l’apporto e la maestria della Fondazione Cerratelli per la realizzazione degli splendidi ed originalissimi costumi, elegantemente esaltati dal disegno luci di Valerio Alfieri.

Un prestigioso riconoscimento per la Fondazione Festival Pucciniano che ha allestito in tempi record la tournèe che vede protagonisti oltre 90 persone tra i professori dell’Orchestra del Festival Puccini, artisti solisti, tecnici e i rappresentanti della Fondazione con la presidente Adalgisa Mazza e il direttore artistico Daniele De Plano.

“Qualità, Professionalità e Passione sono scelte che ripagano”: Adalgisa Mazza, Presidente della Fondazione Festival Pucciniano, saluta con queste parole questo significativo riconoscimento che vede protagonista il Festival di Torre del Lago in Cina.

Le tre recite in programma (30 – 31 ottobre -1 novembre) saranno il risultato della collaborazione dei tecnici e degli artisti italiani con le maestranze e gli artisti locali; la tournèe – prosegue la presidente- vede impegnati artisti e tecnici della Fondazione, in Cina infatti non abbiamo portato solo scene e costumi, ma la ricchezza e la tradizione delle professionalità teatrali, delle fabbriche della cultura di cui è ricca la Toscana e che sono una delle risorse strategiche del nostro Paese. Una straordinaria occasione di scambio culturale e promozione dell’immagine del nostro territorio e del nostro Paese all’estero, ma anche fonte di lavoro, di ricchezza e di sviluppo.”

La tournèe vede impegnata l’ Orchestra del Festival Puccini e protagonista sul podio l’affidabile bacchetta del direttore viareggino Valerio Galli. La regia è firmata da Angelo Bertini con l’assistenza di Augusto Lombardini mentre Elena Pankratova interpreta il ruolo della principessa Turandot, Rubens Pelizzari Calaf e Valentina Boi Liu. Completano il cast Cristiano Cremonini L’imperatore Altoum Paolo Battaglia Timur Federico Longhi Ping Nicola Pamio Pang Orfeo Zanetti Pong Tso Hanying I ancella Claudio Ottino, Un mandarino Simone Frediani Principe di Persia. Il disegno luci è affidato alla solida esperienza di Valerio Alfieri .

Print Friendly, PDF & Email

Translate »