energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Turchi e Fiordigiglio a Sequel, Obbadi a Pisa, Bundu a NY Sport

Firenze – Sabato prossimo, 16 luglio, Fabio Turchi torna sul ring per disputare il suo settimo match da professionista. Il 22enne peso massimo leggero fiorentino nella boxe di vertice è imbattuto: sei incontri, sei vittorie. Vola nel mondo della boxe. Ed il pugilato italiano guarda a lui come ad un futuro grande protagonista a livello mondiale.

Sabato combatte a Sequal (la città friulana natale di Primo Carnera, grande pugile degli anni venti) contro il 30enne serbo Culum Slobodin Culum (11-18). Un match sulle otto riprese. E’ la seconda volta che Turchi combatte su questa distanza. Ha tirato recentemente a Brescia battendo ai punti su otto riprese, appunto, il 39enne Jiri Svacina della Repubblica Ceca.

Protagonista del match clou di Sequal sarà Orlando Fiordigiglio di Arezzo (24 successi; 1 sconfitta). Incontrerà il brasiliano Carmelito De Jesus (18 vittorie; 4 sconfitte) in un match valido per il titolo intercontinentale dei superwelter IBF sulla distanza delle 12 riprese. La riunione sarà trasmessa su Rai sport dalle ore 22.

Oltre a Turchi, che a ottobre combatterà per un titolo internazionale, sono già in allenamento anche altri due “gioielli” del maestro Alessandro Boncinelli.

Uno è il giovane emergente 22enne Mohammed Obbadi, originario del Marocco, ma da una decina di anni vive a Cascina e forse già il prossimo mese avrà la cittadinanza italiana. Quasi ogni giorno Obbadi raggiunge Firenze per allenarsi nella palestra dell’Accademia Fiorentina sotto la guida di Boncinelli.

Avrebbe dovuto incontrare Pio Antonio Nettuno di Cesenatico per il titolo “Unione Europea” dei mosca, ma il suo avversario ha rinunciato. Combatterà, per quel titolo, a Pisa nel prossimo ottobre, contro Olteanu, un rumeno che vive in Spagna. Saranno 12 riprese, distanza mai affrontata finora da Obbadi il cui ruolino di marcia è invidiabile : 10 incontri, 10 vittorie di cui 8 prima del limite. Obbadi, non solo da Boncinelli, ma dagli esperti di boxe, è giudicato un potenziale grande campione.

L’altro super gioiello è Leonard Bundu, campione europeo dei welter (33 vittorie, 1 sconfitta, 2 no contest). Lunedì arriva a Firenze (da qualche tempo vive nel Lazio a Cisterna con la moglie e due bambini ed i suoceri) per iniziare la preparazione sotto la guida di Boncinelli nella palestra dell’Accademia Fiorentina.

Bundu combatterà a New York il 21 agosto (accompagnato dalla famiglia e dal mastro Boncinelli partirà per gli Stati Uniti il 14 agosto). Affronterà lo statunitense Errol Spence junior in una semifinale mondiale al titolo welter Ibf. Sulla carta un match pieno di grossi rischi per Bundu visto che il suo avversario ha demolito, “distrutto” tutti gli avversari finora incontrati. Ha disputato 20 matches vincendo sempre e 17 volte per k.o.

Foto: Orlando Fiordigiglio

Print Friendly, PDF & Email

Translate »