energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Turismo in Toscana, ferragosto da “overbooking” Economia

Firenze – Ferragosto di fuoco, quest’anno in Toscana. E se anche non riuscirà a cambiare del tutto un percorso iniziato male, con maggio e giugno “freddi” come ricorda il presidente di Confesercenti Nino Gronchi, tuttavia sarà strepitoso.  “Il quadro è positivo in questi giorni a cavallo di ferragosto ma è un percorso che è iniziato male perché maggio e giugno sono stati freddi e hanno inciso negativamente sul turismo”, sono le parole del presidente di Confesercenti Toscana circa la stagione estiva 2016, tarate sulle previsioni  di un 15 di agosto da “overbooking”.

“In tutta la Toscana gli elementi sono positivi, in particolare nella zona costiera – prosegue Gronchi – ma anche le città d’arte sono piene di turisti in questi giorni”. Ed è proprio il connubio di mare, città d’arte, montagna , enogastronomia e cultura a fare da calamita per gli stranieri, che sorpassano gli italiani così come avvenuto nel 2015. “Va registrato, però, che anche gli italiani che scelgono la Toscana per le stesse ragioni sono molti”, aggiunge Gronchi.

In termini percentuali, secondo Confesercenti Toscana, la meta più desiderata dai turisti è il mare, con le destinazioni balneari della costa messe al primo posto dal 38% dei turisti. I borghi storici sono scelti nel 25% dei casi, favoriti anche dalla vicinanza alla costa. Crescono i turisti che scelgono le sistemazioni nei bed & breakfast: si tratta del 27% del totale a fronte del 24% che sceglie gli alberghi. Al terzo posto si trovano gli agriturismi, pari al 19%, seguite dalle case private in affitto, che si attestano al 18%. Seguono i campeggi al 9% e le case di proprietà, pari al 3%. Il neo, a fronte di una situazione tutto sommato positiva, è che sul fronte delle politiche che incentivino il turismo non si fa ancora abbastanza: “Tendiamo a vivere di rendita – spiega con una certa preoccupazione il presidente di Confesercenti Toscana – le politiche devono essere fatte a livello nazionale e agire anche all’estero. Fare delle scelte strategiche in questi anni è una priorità”.  

Foto: località Solaio, fattoria e agriturismo, Radicondoli, Siena

Print Friendly, PDF & Email

Translate »