energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Turismo Elba: più presenze, ma meno consumi Turismo

Elba  (LI) – L’associazione del settore turismo, la Confesercenti Isola d’Elba ha effettuato  un’indagine tra gli operatori per capire le loro impressioni sull’andamento della stagione turistica in corso.  Emerge un turismo in ripresa, con turidti in aumento, ma con soggiorni più brevi e un calo della propensione agli acquisti e ai consumi.

“L’indagine evidenzia una sostanziale ripresa – ha dichiarato Franco De Simone, presidente Confesercenti Isola d’Elba – e la stagione in corso sembra essere favorevole”. Per l’80% degli intervistati, infatti, i risultati in termini generali sono decisamente migliori rispetto alla stagione passata. Riteniamo che questi risultati siano anche il frutto delle temperature record che hanno colpito il nostro Paese favorendo la nostra isola, nonché la Questione Mediterranea con le note vicende che hanno investito Tunisia, Egitto, Turchia e, se pur con caratteristiche diverse, anche la Grecia, che inevitabilmente hanno inciso sulla destinazione turistica”.

Sul fronte delle presenze il 40% degli intervistati rileva un aumento di turisti stranieri, in particolare francesi, svizzeri e olandesi a cui si contrappone una leggera diminuzione della presenza di turisti tedeschi. Circa il numero delle presenze di turisti italiani il 70% conferma il dato della scorsa stagione.
Il mese di luglio – continua De Simone – risulta essere migliore dello scorso anno in termini di presenze ma emerge all’unanimità degli intervistati, la diminuzione della durata media del soggiorno e la ridotta propensione al consumo, dati questi che frenano l’entusiasmo degli operatori turistici elbani e che richiedono, necessariamente, un ripensamento dell’offerta turistica all’alba di una auspicata ripresa dopo anni di recessione.

Infine – sottolinea De Simone – emerge con forza dalla voce degli operatori la necessità di valorizzare maggiormente il territorio partendo da interventi anche minimi, maggiore pulizia delle strade e del centro storico, pulizia delle spiagge e miglioramento dell’arredo urbano, elementi di base per un’offerta turistica competitiva.

A pochi giorni dall’incontro chiesto dalle Associazioni di Categoria con tutti i sindaci elbani ed ivertici della Gestione Associata del Turismo – auspica De Simone – , finalizzata a capire il futuro di questo organismo, non posso che augurare a tutta l’Elba che questa gestione unitaria prosegua.

Non è pensabile che la promozione dell’Elba venga fatta dai singoli comuni per i propri territori. L’Elba ha bisogno di essere promossa come unica entità.Spero che si trovi un accordo, e che il territorio partecipi alle scelte della Gestione Associata, proprio tramite le associazioni di Categoria. E magari che si pensi anche a destinare una percentuale della tassa di sbarco per le infrastrutture e per i servizi pubblici locali”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »