energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tutto pronto a Prato per accogliere il nuovo Vescovo Notizie dalla toscana

Più di ventimila cartoline saranno distribuite questo fine settimana in tutte le parrocchie della diocesi prate con l’invito a tutti i fedeli pratesi a partecipare alla solenne messa d’ingresso del vescovo Franco Agostinelli. Infatti domenica prossima, 25 novembre, la Chiesa pratese accoglierà il suo nuovo Pastore con una messa solenne celebrata sul sagrato di piazza Duomo. Il programma della storica giornata è stato presentato nella sala dei Canonici della cattedrale di Prato da mons. Nedo Mannucci, primicerio del Capitolo, da mons. Carlo Stancari, presidente del Comitato di accoglienza e dal canonico Daniele Scaccini segretario del Collegio dei Consultori. "Il vescovo è segno dell’unità della Chiesa presso il popolo che dimora nella città e nel territorio della diocesi che è chiamato a guidare – spiega mons. Mannucci – e questa realtà è stata ben rappresentata domenica scorsa nel saluto che Prato ha tributato al vescovo uscente mons. Gastone Simoni". Questo il senso dell’arrivo di un nuovo Pastore per una diocesi, un evento ancora più significativo per una Chiesa, come quella pratese, che in 58 anni, da quando è divenuta sede episcopale autonoma da Pistoia, ha avuto solo due vescovi. "L’accoglienza delle istituzioni e dei giovani al vescovo Franco, l’ingresso in cattedrale e il rito del possesso della diocesi, sono i punti cardine di domenica 25 novembre – dice mons. Stancari – per i quali come Comitato stiamo lavorando da mesi".

Questo il programma della giornata:

Poco prima delle 14, all’uscita del casello autostradale di Prato est l’auto del Vescovo sarà scortata dalla polizia municipale fino a piazza Santa Maria delle Carceri.

Alle 14 saranno il sindaco Roberto Cenni e il presidente della Provincia Lamberto Gestri ad accogliere il nuovo Pastore. Per volere dello stesso mons. Agostinelli il primo abbraccio di saluto sarà con i giovani. Ne sono attesi oltre trecento, provenienti dalla pastorale giovanile, dagli oratori parrocchiali e dal mondo scout, e aspetteranno l’arrivo del Vescovo tra la basilica delle Carceri e il Castello dell’Imperatore. Poi, insieme alle autorità, accompagneranno mons. Agostinelli in piazza Duomo, transitando da via Sant’Antonino, piazza S. Francesco, via Ricasoli e il Corso. Qui il nuovo vescovo bacerà il crocifisso e benedirà la cattedrale.

Alle ore 15,30 la celebrazione della messa in piazza Duomo. Se il tempo fosse inclemente, la concelebrazione verrà spostata all’interno del duomo. In piazza l’altare sarà sistemato su un palco coperto nei pressi del sagrato della cattedrale, tra il Museo dell’Opera e l’ingresso principale del duomo, esattamente come venti anni fa per l’ingresso di mons. Simoni. Una ventina i Vescovi attesi, tra i membri della Conferenza episcopale toscana e altri amici di mons. Agostinelli. Partirà giusto in tempo da Roma, dove in mattinata prenderà parte al Concistoro, anche l’Arcivescovo Metropolita di Firenze Cardinale Giuseppe Betori. Insieme al clero diocesano pratese, saranno presenti molti sacerdoti di Grosseto – guidati dal vicario generale mons. Desiderio Gianfelici e dal proposto della cattedrale mons. Franco Cencioni – e da preti aretini, diocesi di origine del nuovo vescovo. Da Grosseto arriveranno anche quattro pullman di fedeli.

La cerimonia prevede il rito di immissione in possesso, che è "l’atto ufficiale durante il quale verrà consegnato il pastorale a mons. Agostinelli, gesto simbolico che sta a significare il passaggio nella guida della Chiesa pratese – spiega il canonico Scaccini – il rito sarà eseguito alla presenza di testimoni come prevede il diritto canonico". Al termine della messa, mons. Agostinelli si recherà nella Cappella del Sacro Cingolo per rendere omaggio alla preziosa reliquia mariana simbolo della città e poi salirà sul pergamo di Donatello per l’ostensione verso la piazza. Anche per i due precedenti ingressi dei primi due vescovi residenti della diocesi, il 17 ottobre 1954 per Fiordelli e il 23 febbraio 1992 per Simoni, si tenne la straordinaria ostensione.

Tutti possono partecipare alla celebrazione. L’accesso alla piazza sarà possibile dalle ore 13 della domenica. I posti a sedere, circa 1800, sono riservati. Mille sono destinati alla comunità ecclesiale pratese. Ogni parrocchia ha a disposizione 4 inviti più uno ogni mille abitanti. Anche le aggregazioni, i gruppi e i movimenti hanno diritto a 4 inviti.

La celebrazione sarà trasmessa in diretta dalle frequenze di Tv Prato, sul canale 74 del digitale terrestre e in streaming su tvprato.it. Il quotidiano on line Notizie di Prato farà una diretta twitter con l’hashtag #benvenutovescovo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »