energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Uffizi, arrivano in lascito 205 disegni di Bino Sanminiatelli Breaking news, Cronaca

Firenze – Un altro lascito importante per le Gallerie degli Uffizi: oltre 200 disegni dello scrittore e disegnatore toscano del Novecento Bino Sanminiatelli sono stati donati con lascito testamentario dalla figlia dell’artista, Carla Sanminiatelli. L’ annuncio proviene dallo stesso museoche in una nota spiega la particolare importanza di questo lascito. Il lascito è composto di 205 disegni che coprono un arco temporale che va dagli anni ’10 agli anni ’50 del Novecento. Fra i disegni, ritratti, raffigurazioni di animali e schizzi di paesaggi, che danno conto di tutte le fasi creative di Sanminiatelli. Dopo l’infanzia trascorsa a Perignano (Pisa) e l’esperienza liceale romana Sanminiatelli si stabilì a Parigi, entrò a far parte del movimento futurista, fondando nel 1917 con Enrico Prampolini la rivista internazionale ‘Noi’ e pochi anni dopo ebbe rapporti con i dadaisti di Zurigo e Tristan Tzara.

Il lascito di Carla Sanminiatelli è la terza donazione della quale gli Uffizi hanno beneficiato nel corso del 2020 dopo la raccolta di disegni antichi e acqueforti di Carlo Pineider e il lascito dello storico dell’arte Carlo Del Bravo.
“Il mecenatismo è nel Dna di questa città – commenta il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – e lo dimostra anche questo importante lascito che chiude il 2020: una donazione di particolare significato non solo per gli Uffizi, ma per Firenze e la sua storia. Con i disegni di Sanminiatelli si suggella il rapporto tra letteratura e arte, in nome di una sublime toscanità che rimane, grazie al generoso gesto della figlia, un patrimonio a disposizione di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »