energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ultime formalità per Diamanti, Fiorentina intanto pensa al Palermo Sport

 

Firenze – Andrea della Valle ieri è arrivato a Firenze intorno alle ore 14 con un giorno di anticipo previsto sulla tabella di marcia, per risolvere i problemi come lui stesso ha tenuto a precisare, dopo il lungo pomeriggio di colloqui con i suoi piu’ stretti collaboratori e il perfezionamento del trasferimento di Alessandro Diamanti in viola.

Il primo punto è stato fatto insieme ad i due uomini di mercato Macia e Prade’ confermati in coppia fino a giugno. Sfoltire la rosa e’ la prima necessita’, cedere i giocatori che non fanno parte del progetto, troppi i 33 in rosa che rendono complicato il lavoro di Vincenzo Montella.

Con lui il secondo colloquio, Adv ci tiene a precisare che gli obbiettivi prefissi ad inizio stagione sono ancora tutti raggiungibili, quindi ecco che con il tecnico si va a fare il punto sulla situazione attuale, migliorare la squadra in vista della corsa alle prime posizioni, la Coppa Italia e l’Europa League che a febbraio riprendera’ nei migliore dei modi nello stadio londinese di White Hart Lane contro il Tottenham.

Il pessimo stop di Parma ha innescato malumori e dubbi, i casi in uscita di Neto e diversamente di Ilicic, la panchina di capitan Pasqual, non rendono sereno l’ambiente. Adv ha parlato per questo con tutta la squadra trasformandosi in una sorta di psicologo e confermando la presenza della proprieta’.

Nel frattempo la giornata di ieri ha visto l’arrivo di Alessandro “Alino “Diamanti a Firenze, a dodici anni di distanza il suo ritorno. Era il 2003 quando arrivo’ in prestito dal Prato, alla guida della squadra c’era Cavasin, il club dei Della Valle si chiamava Florentia Viola. Il giocatore ha svolto le consuete visite mediche nel pomeriggio, visite piuttosto lunghe perche’ venendo da un campionato extracomunitario come quello cinese terminato da due mesi, ricordiamo che il giocatore arriva dallo Guangzhou di Marcello Lippi che ha vinto tutto, ha dovuto ottenere l’idoneita’ completa non avendo mai giocato per tutto il 2014 in Europa. Il contratto sara’ siglato nelle prossime ore e con lui l’ufficialita’, mancano ancora alcuni fogli dal club cinese e poi il contratto potra’ essere depositato in Lega. Prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a due milioni a favore della societa’ viola. L’arrivo di Diamanti in questo speciale momento viola e’ determinante, sara’ lui a fare da spalla a Mario Gomez, cercando di innescare finalmente in maniera determinante il panzer tedesco. In questi giorni il giocatore ex Bologna si e’ continuato ad allenare proprio nella sua ex citta’, in vista del suo debutto con la Fiorentina che probabilmente avverra’ nel match contro il Chievo la settimana prossima. Parlando di Bologna un occhio va strizzato all’ex Ds viola Pantaleo Corvino che non ha perso tempo e praticamente ha gia’ siglato l’accordo con Josip Ilicic, un milione subito e 5 a giugno in caso di promozione del club in A.

Mercato che non si ferma in casa viola, vede il ritorno di Rosati, il portiere torna il prestito per un anno e mezzo fino al giugno 2016, ieri ha rescisso il suo accordo con il Napoli e questa mattina arrivera’ in citta’ per sostenere le visite mediche di rito e firmare il contratto che lo leghera’ alla squadra gigliata. Sara’ lui il vice Tatarusanu, dopo essere stato solo un anno fa il vice Neto. Per il portiere brasiliano si prospetta quindi una tribuna di 5 mesi fino allo scadere del suo accordo con i viola, almeno che la societa’ non riesca ad inserirlo in questo mercato in uscita. Il club viola ha anche acquistato un giovanissimo attaccante sloveno: Mlakar che costa la bellezza di un milione e che a detta di tutti ha un gran bel futuro davanti a se.

Messaggi importanti quelli portati da Andrea della Valle e soprattutto fatti. Con il suo arrivo, l’ha detto lui, si sistema tutto.

Tanti i dubbi di formazione in vista del match contro il Palermo : ieri Montella ha provato sia la difesa a tre che quella a quattro, ma sarà difficile che ci sia un cambio di assetto. Mario Gomez rimarrà punta in attacco, sperando nel suo sblocco.

Tomovic, Basanta, e Alonso i candidati a partire dall’inizio, a sinistra è ballottaggio tra Pasqual e Vargas, con in mezzo Pizzarro, Mati, e Borja Valero, visto che Aquilani ieri ha lasciato l’allenamento per problemi muscolari. Davanti Gomez verrà affiancato probabilmente da Cuadrado con Joaquin a destra o l’opzione potrebbe anche essere riproporre nel suo ruolo ideale il colombiano sulla fascia e quindi alzare Mati con un centrocampista in più in mezzo.

Purtroppo l’assenza di Babacar è quasi dato assodato, anche ieri il giocatore si è allenato a parte.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »