energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un film per il Crocifisso di S. Vincenzo a Torri Breaking news, Cultura

Firenze – Secondo una leggenda l‘antico Crocifisso ligneo sarebbe quello dell’eremo di San Zanobi, il santo patrono che ogni anno il 10 maggio viene festeggiato. Siamo sulle colline di Scandicci a San Vincenzo a Torri, teatro di guerra già ai tempi di Castruccio Castracani, luogo strategico per la sua posizione e dal 1355 capoluogo della Lega del Comune di Torri. È nella Pieve di origini medievali che ancora oggi è conservato un crocifisso ligneo di scuola emiliana datato tra il 1220 e il 1225. Restaurato nel 1965/66  e liberato da una pittura scura che ne ha ripristinato l’originale  policromia riscoprendo l’espressione del volto, la forma dei capelli, la croce stessa, è collocato al centro dell’abside sopra l’altare. Non si tratta più del Christus Triumphans dell’alto Medioevo ma non ancora l’espressione del Verbo incarnato. Il viso è affusolato e leggermente piegato a destra, gli occhi socchiusi, i capelli ben definiti da sottili incisioni, i piedi poggiano su un piano e l’ampio perizoma avvolge i fianchi e si allunga sino a sfiorare le ginocchia, stretto in vita da un cordone annodato definisce i lineamenti di un corpo vigoroso perfettamente dritto.

Un gioiello custodito nella Pieve di San Vincenzo Torri protagonista di un film documentario che sarà presentato questa sera alle ore 21 al Teatro Studio dedicato a Mila Pieralli, a realizzarlo la Pro Loco San Vincenzo a Torri, il Centro d’arte Vito Frazzi con il contributo del Comune di Scandicci. Un’ occasione per conoscere i tesori e le bellezze del territorio , alla serata parteciperanno gli storici dell’arte Mons. Timothy Verdon e Marco Gamannossi, Sibilla della Gherardesca Presidente FAI Toscana , Maria Pia Zaccheddu funzionaria della Sovrintendenza, il consigliere regionale Paolo  Bambagioni e il  sindaco di Scandicci Sandro Fallani. L’ingresso è libero.

Attachment-1 (4)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »