energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un fiume rosa in centro e sull’Arno per il Dragon Boat Festival Società, Sport

Firenze – E’ la prima volta che il Dragon Boat Festival si svolge in Europa e sarà proprio Firenze ad accogliere l’invasione rosa delle partecipanti alla quinta edizione che dal 6 all’8 luglio si svolgerà al Parco delle Cascine e nelle acque dell’Arno. Da oltre venti anni infatti, lo sport con l’imbarcazione di origine orientale con la testa e la coda di drago e un equipaggio di 22 persone viene usata come terapia riabilitativa per le donne, ma anche uomini, che sono stati operati di tumore al seno.

L’IBCP Dragon Festival si svolge ogni quattro anni in paesi diversi ed è un evento partecipativo senza carattere agonistico e che dalla sua istituzione, nel 2005, ha toccato paesi come il Canada, l’Australia, gli Stati Uniti. Quest’anno è la volta dell’Italia e di Firenze che ospiterà un’edizione che si preannuncia di primati.

Vi prenderà parte il numero più alto di partecipanti, 4.000, di età compresa tra i 20 e gli 80, divisi in 120 squadre, in rappresentanza di 18 paesi, e con 1500 accompagnatori, famiglie e amici al seguito, tra i partecipanti per la prima volta anche tre uomini. La manifestazione indetta dall’International Breast Cancer Paddler’s Commission è promossa e organizzata dall’associazione Firenze in rosa Onlus, patrocinata dal Parlamento Europeo, dal Ministro per lo sport, realizzata grazie al contributo di Regione Toscana e il supporto del Comune di Firenze.

Stamattina alla Palazzina Reale la conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato Lucia De Ranieri presidente di Firenze in Rosa, Andrea Vannucci assessore allo Sport del Comune di Firenze, Maria Federica Giuliani Presidente Commissione Cultura e Sport del Comune di Firenze, Alessandro Piccardi della Canottieri Comunali di Firenze ed Eugenio Giani Presidente del Consiglio della Regione Toscana.

“Oggi è il coronamento di un percorso partito tre anni e mezzo fa quando la squadra fiorentina di ritorno dalla Florida propose Firenze per ospitare l’edizione del 2018 un progetto corale che siamo riusciti a portare avanti con l’aiuto di istituzioni e associazioni, in particolare Regione Toscana, Comune di Firenze, Coni. Un’edizione da primato ma non è solo il Festival delle donne in rosa ma anche dei loro supporter , sono 1000 gli acreditati, una prova d’amore e di sostegno unica.”

Quando il mondo si da appuntamento a Firenze è sempre una grande soddisfazione – ha detto l’assessore Vannucci- Il quid è che tutto questo viene fatto in nome di un progetto di cultura della prevenzione ed è questo il grande messaggio che parte da Firenze dove il rosa sarà il colore dominante, un grande messaggio per la cultura della prevenzione e per chi è in cura un cammino di speranza e di condivisione”.

“Noi come Comune abbiamo fatto la nostra parte in questo progetto che parte da lontano ma che è un percorso di vita vera e di abbattimento delle barriere ancora presenti nella nostra società che cerca ancora di nascondere e tutti noi dobbiamo essere al loro fianco per accompagnarli in ogni iniziativa”, ha detto Maria Federica Giuliani.

“La squadra di Firenze è la più grande d’Italia e questo ci permette di fare un’attività importante e visibile – ha precisato Alessandro Piccardi che da 12 anni ha lavorato alla creazione di una squadra Dragon Boat – e nel 2014 l’intera squadra ha partecipato al festival in Florida ed è stato molto coinvolgente”.

Presente anche Eugenio Giani che dal loro inizio segue l’attività delle Donne in Rosa, all’epoca infatti era assessore allo Sport del Comune di Firenze e che ha ricordato come in un primo tempo si pensasse a Bilancino, ma poi la scelta cadde sull’Arno. “Quest’anno – ha ricordato Eugenio Giani – cadono i 220 anni da quando il Parco delle Cascine passò da fattoria granducale a Parco pubblico, un luogo dedputato allo sport, qui nel 1827 si svolse la più antica corsa di cavalli e il 2 febbraio del 1870 la prima corsa ciclistica della Veloce Club Firenze l la più antica società ciclistica in Europa. Le Cascine sono quindi un punto di riferimento ideale per il Dragon Boat Festival e per il contatto con la natura” .

Il villaggio degli atleti infatti si troverà nel Parco delle Cascine e le gare si svolgeranno in Arno il 7 e 8 luglio dalle 9 alle 18, ma la manifestazione prenderà il via il 6 luglio con un congresso nel salone dei Cinquecento e una parata di apertura nelle strade del centro storico, domenica 8 luglio prima della cerimonia di chiusura saranno ricordate le compagna scomparse con una Cerimonia dei Fiori. Tante le iniziative collaterali, dall’annullo filatelico alla mostra fotografica a Palazzo San Niccolò “Art Meets Humanity “ di Robert Farber, mentre Firenze vestirà di rosa le sue vetrine per una settimana. Www.florencebcs2018.org

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »