energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un folle tuffo in Arno e la condanna tutta particolare di una madre fiorentina Notizie dalla toscana

Ieri, 11 novembre, una donna si è gettata in Arno all’altezza della pescaia di Santa Rosa, a Firenze, vicino al ponte Vespucci. A seguito del folle tuffo, centinaia di passanti si sono radunati per osservare le operazioni di soccorso dei sommozzatori che, avvisati dalla polizia municipale, sono giunti sul posto e si sono immersi per recuperare la donna in mezzo alle correnti del fiume. L’autrice del pazzo gesto è una quarantenne, ma non sono ancora chiari i motivi che l’avrebbero spinta a tuffarsi in Arno. Una seconda storia di follia a Firenze è quella per la quale oggi, 12 novembre, il Tribunale fiorentino ha condannato una madre a pagare 50 euro di ammenda per ogni volta che non manderà il figlio a scuola. La donna, divorziata, faceva saltare le lezioni al proprio bambino ogni volta che a riprenderlo a scuola doveva andare il padre. Era lo stesso bambino che non voleva vedere il padre, si è giustificata la madre. Ma il giudice è stato irrevocabile: la donna dovrà favorire gli incontri fra padre e figlio ed ogni qualvolta non permetterà che il genitore veda la sua prole, dovrà pagare 50 euro di ammenda all’ex marito.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »