energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un nuovo cammino da Firenze a La Verna Cronaca, Turismo

Firenze – Un accordo firmato con altri 15 comuni per promuovere il Turismo lento, un cammino da Firenze a La Verna sulle orme di San Francesco. Il cammino inizia dalla Basilica di Santa Croce per arrivare fino al Santuario di La Verna.

Si tratta di un nuovo percorso a cui Palazzo Vecchio ha lavorato insieme agli altri comuni interessati da questo percorso.

Dopo il cammino sulla via degli Dei e il cammino lungo l’Anello del Rinascimento – afferma l’assessore al Turismo, Cecilia Del Re -, diamo gambe ad un nuovo cammino per incrementare un’offerta turistica di qualità che racconti il nostro territorio legandolo a quello dei Comuni circostanti, e che permetta di ‘assaporarlo’ in modo lento sulle orme della vita di San Francesco”.

La convenzione è l’ultimo passaggio di questa fase propedeutica all’avvio di questo nuovo prodotto turistico omogeneo denominato “I Cammini di Francesco in Toscana”. Già lo scorso anno, la giunta comunale aveva approvato un progetto preliminare di un itinerario relativo alle vie di San Francesco in Toscana promosso dalla Regione Toscana.

Il progetto prevedeva l’individuazione di itinerari tematici inerenti alla vita di San Francesco e finalizzati al recupero del collegamento storico tra la Basilica di Santa Croce e il Santuario di La Verna attraverso la valorizzazione dei territori dal punto di vista turistico, storico, culturale e paesaggistico da sviluppare in forma associata con gli altri comuni attraverso una convenzione, che adesso viene sottoposta all’attenzione del Consiglio comunale.

Assieme a Firenze, in questo cammino sono coinvolti i comuni di Bagno a Ripoli, Bibbiena, Castel San Niccolò, Chitigliano, Chiusi della Verna, Fiesole, Montemignaio, Ortigliano-Raggiolo, Pelago, Pontessieve, Poppi, Pratovecchio, Reggello, Rignano sull’Arno e Rufina.

Scopo della convenzione è arrivare alla definizione, promozione, organizzazione, reperimento delle risorse di questo nuovo percorso, considerato una opportunità per valorizzare territori meno battuti dai flussi turistici, e per Firenze incrementare un’offerta diversa da quella tradizionale anche nell’ottica della delocalizzazione dei flussi turistici.

La convenzione durerà cinque anni e prevede l’individuazione di un comune capofila, responsabile delle funzioni e dei servizi sovra comunali e delegato allo svolgimento di tutte le attività necessarie. Spetterà invece alla conferenza dei sindaci dei comuni associati la definizione delle linee di indirizzo e governo per la realizzazione degli obiettivi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »