energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un tris non basta all’Isolotto, l’asso ce l’ha il Vicenza Sport

La partita più ben giocata dell’anno per l’Isolotto Fondiaria, dominata in lungo e in largo, con una caterva di occasioni non concretizzate in attacco, la maggior parte delle quali per merito del portiere avversario (il terzo portiere Giorgia Braiato, classe 87, dato che le due titolari sono infortunate) porta solo un punto in classifica e tante recriminazioni per l’Isolotto Fondiaria sul piano della classifica, più che del morale. Al PalaIsolotto contro lo Sporteam Vicenza, seconda forza del campionato, finisce 3-3, con le gigliate sempre avanti nel punteggio (di Galluzzi e Salesi nel primo tempo, ancora Galluzzi nel secondo tempo le reti) tutte le volte sempre raggiunte: la prima volta per una punizione al sette, la seconda su autogol, la terza in inferiorità numerica per l’espulsione per secondo giallo a Salesi. Per tre quarti di gara c’è stata solo la squadra fiorentina in campo.
Solo negli ultimi dieci minuti, complice un inevitabile calo fisico delle biancorosse (falcidiate anche dall’influenza, visto che il portiere Iezzi e capitan Carta non hanno messo piede in campo e che Barsocchi era stata a sua volta male in settimana) le ospiti seconde in classifica hanno creato qualche apprensione per intensità di gioco. Con l’Isolotto che ha avuto a 4 secondi dalla fine l’ennesima palla gol neutralizzata a Fernandez. Domenica si torna a giocare in casa contro Bresso, formazione di bassa classifica (al PalaIsolotto in via dei Bassi alle ore 16). La corsa alla zona play off non è conclusa. (“Abbiamo dimostrato di giocare alla pari, manifestando una netta superiorità anche contro le seconde in classifica, il problema è che non concretizziamo quanto produciamo – ha commentato a fine gara mister Maurizio Colella) -certo non bisogna perdere altri punti per strada e tutte le partite sono delle finali”.
LA CRONACA
Il match si era messo bene con il gol di Galluzzi dopo poco più di otto minuti di gioco dopo una fantastica percussione sulla fascia destra di Barsocchi, appena entrata, che scodellava in mezzo per la zampata dell’esterno.
Poco più di un minuto dopo pareggiavano le ospiti con Laurenti su calcio di punizione che prendeva la ragnatela del sette della porta difesa da Gabrielli.
Seguivano tre occasioni clamorose per l’Isolotto nel giro di 60 secondi capitate a Galluzzi (tiro deviato), a Cary e ancora a Galluzzi. Poi ancora Galluzzi sfiora il gol due volte fino a che al 14’ e 15” la stessa Galluzzi serve una palla filtrante a Giorgia Salesi che mette dentro il 2-1. Sembra fatta, anche vista l’inerzia a senso unico della gara, ma a 3’44” dalla fine della frazione arriva l’autogol di Maione che impatta il tiro destinato fuori di Casati. L’Isolotto pressa nel finale di tempo ma il punteggio non cambierà.

Il secondo tempo si apre con una mirabile parata del portiere ospite ancora su Elena Galluzzi, che al minutio 2’15” trova il 3-2 e il suo tredicesimo gol personale stagionale intercettando l’assist di Fernandez.
Ma ancora una volta non è finita perché al minuto 3’20” Salesi trattiene un’avversaria lanciata a rete per la maglia e riceve il secondo cartellino giallo che la toglie di scena. Le ospiti sfruttano la momentanea superiorità con Marulli che viene pescata al centro dell’area di rigore, si gira bene e mette dentro a botta sicura: 3-3.
Quello che avviene dopo è praticamente tutto di marca fiorentina: prima le ospiti salvano sulla linea con un difensore su tiro di Maione, poi un miracolo del portiere su Fambrini, poi la stessa Fambrini liberata sola davanti alla porta si divora letteralmente il gol. Rispondono a loro volta le ospiti con Casati che manca a sua volta un gol che poteva sembrare facile. La stessa Casati salva sulla propria linea di porta la conclusione di Maione. E si arriva a 4” dalla fine quando Jessica Fernandez si vede neutralizzato il tiro che avrebbe consentito la vittoria.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »