energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un vademecum per i giovani, bere limitando i rischi Cultura

Appena uscito in libreria e presentato nei giorni scorsi a Piestrasanta nella rassegna Anteprime, un libretto di Mauro Corona dedicato all’alcol, o meglio, un vero e proprio "Manuale a uso dei giovani per imparare a bere", come recita il sottotitolo Guida poco che devi bere. Un libro dedicato alle giovani generazioni che cedono sempre di più allo sballo facile di un alcol a buon mercato e di facile acquisto con tutte le conseguenze che ne derivano. Un “quaderno” che Mauro Corona aveva già iniziato nel giugno del 2009 ma che poi era stato abbandonato per altre scritture. L’autore di romanzi molto noti come Storia di neve o la Fine del mondo storto premio Bancarella nel 2011, nei suoi testi si era già confrontato, ma solo marginalmente con il tema del bere, fortemente legato alla montagna e alla sua cultura. Adesso si rivolge ai giovani in maniera diretta “ Non saranno consigli per non bere, ma dritte per bere senza farsi male” come ci dice in apertura. “La caverna immensa e tetra dell’alcol è piena di morti e sciagure – scrive – e , più che mai seguita a ricevere dannati in cerca d’estinzione. Varcai quella soglia molto giovane. Oggi sono ancora qui tra alti e bassi, incidenti, sventure, processi e condanne, entrate e uscite, salvezze e ricadute. Mentre scrivo queste righe, non bevo da nove mesi, ma non ho partorito nulla, se non incertezze”.

Se una volta iniziati all’alcol è molto difficile uscirne in maniera definitiva ma solo distaccarsi in maniera temporanea come avverte Mauro Corona perché “L’incubo persiste, il demonio è sempre lì”, queste sue pagine hanno l’intento di dare qualche dritta ai giovani per fare meno male a se stessi e a quelli che gli vogliono bene. Una serie di storie, da quella personale vissuta all’interno delle proprie mura domestiche per allargarsi a quella degli amici e di altri, tutti eccellenti bevitori, dalla tragica fine, tra sfide, bravate, sempre oltre il limite . Mentre risuonano le parole e gli avvertimenti del vecchio Celio che ammoniva “ Canajs, il vino ma masticato”, oppure “Birra e vin to sta cetìn, vin e birra fathia in terra”. Il vademecum si conclude con l’elencazione di venti comandamenti lasciati in tutta chiarezza e senza moralismi che vanno dal primo “Bere un solo alcolico, per quanto vi è possibile vino, ancora meglio se rosso” a “ Bere solo ogni tanto, solo nel fine settimana, il resto regime assoluto ad acqua”. Conclude il novello Celio con il motto “ Bevete e divertitevi, ma non cancellate con l’alcol le vostre tracce”.

Guida poco che devi bere

Mauro Corona

Mondadori – Libellule

Pag. 106

Euro, 12,00

Print Friendly, PDF & Email

Translate »